Il giorno in cui si conobbero Johnny Cash e June Carter

Quella dei coniugi Cash-Carter è una storia d'amore complessa, turbolenta e immortale. Nonostante le loro vite si siano spente a pochi mesi di distanza, nel 2003, il romanticismo del loro primissimo incontro è senza tempo.

A volte non ci si aspetterebbe che una grande storia d'amore cinematografica sia ispirata alla vita reale. Ma così accade per Quando l'amore brucia l'anima - Walk the line (2005), film da premio Oscar dichiaramente basato sulla vita di Johnny Cash, interpretato da Joaquin Phoenix. Al suo fianco, la musa e moglie per 35 anni, June Carter, interpretata da Reese Witherspoon. Ogni fotogramma cerca di raccontare la poesia di un amore tanto passionale e devoto quanto struggente per innumerevoli difficoltà, come la dipendenza di droga di Cash. La storia si spegne nel 2003 con due tombe, una accanto all'altra, all'Hendersonville Memory Gardens, in Tennessee. Ma come iniziò tutto?

Johnny e June si conobbero il 7 luglio 1956, nel backstage del celebre show radiofonico Grand Ole Opry, un vero battesimo del fuoco e specchio di attenzione mediatica per promettenti cantanti e musicisti country. Qui Cash, nel suo immancabile completo nero, si esibì con i Tennessee Two, lasciando poi spazio alla presentazione del successivo performer al cantante country Carl Smith. E lì, proprio dietro le quinte, Cash parlò per la prima volta con la Carter, giovane donna dai capelli corvini che lui aveva già sentito cantare con la madre e le sorelle nelle Mother Maybelle & Carter Sisters. Tra i due fu un colpo di fulmine: ammaliati dalla reciproca musica e uniti da un fil rouge, Elvis Presley, con cui June era appena stata in tour

Ed è la stessa Carter a descrivere, nel 2000, la prima impressione che ebbe del suo futuro marito: 

Non riesco a ricordare nient'altro di cui abbiamo parlato, tranne i suoi occhi. Quegli occhi neri che brillavano come agate... Aveva una padronanza della sua performance che non avevo mai avuto prima. Solo una chitarra e un basso e un tipo di presenza gentile che ha reso non solo me, ma tutto il pubblico suo seguace.

Sembra che lo stesso giorno in cui la vide in quel backstage, Cash le disse che l'avrebbe sposata. Peccato che entrambi fossero coniugati ai tempi: June lo era proprio con quel Carl Smith che aveva presenziato lo show e da cui divorziò nel 1956. Cash, invece, aveva quattro figli con Vivian Liberto, sposata nel 1951 dopo essere tornato dall'esercito. Il suo matrimonio durò più a lungo, fino al 1966. Poi, a quasi tredici anni da quel sabato sera al Grand Ole Opry, Cash, che aveva già rivisto June esibendosi con lei sul palco, le propose di sposarlo durante un concerto a London, Ontario, davanti a un pubblico di 7.000 persone. Uno di quei momenti magici che, come citato all'inizio di questo racconto, sembrano appartenere solo alla pellicola filmica, ma sono reali. 

You May Also Like