Curved Air: la storia del debutto AIR CONDITIONING

Nel 1970, la band progressive guidata dalla voce di Sonja Kristina ha lanciato il suo album d'esordio, crocevia di rock e musica classica, con l'innovativa introduzione del violino in un tessuto musicale folk e hard rock. Un vero caleidoscopio di sonorità, di cui vi raccontiamo la storia. 

È il 1969 quando il violinista Darryl Way e il chitarrista Francis Monkman, uniti dalla passione e dallo studio della musica classica, forgiano gli allora Sisyphus. Al loro fianco si uniscono il batterista Florian Pilkington-Miksa, recentemente scomparso all'età di 70 anni, e il bassista Rob Martin. E quel quartetto di talentuosi musicisti capisce in breve di aver bisogno di una cantante.

A dare un nome al manager della band, Mark Hanau, è Roy Guest, che sta lavorando da due anni sul musical Hair con una promettente cantante folk, Sonja Kristina. Lei rimane subito affascinata dalle composizioni del gruppo, ma all'inizio i musicisti non sono subito convinti di assumerla, preferendo che sia uno di loro a cantare. Sembra che Sonja sia stata per ore fuori da una stanza, aspettando che si decidessero. Non molto da gentlemenanche se alla fine hanno capito di non poter fare a meno di lei. 

Sin da subito la band si distingue dalle altre. Prende il nome di Curved Air, in onore alla composizione A Rainbow In A Curved Airdi Terry Riley, molto amato da Monkman. Ha una donna alla guida, caso raro del panorama prog anni Settanta, ma soprattutto ha un timbro stilistico particolarissimo, promotore dell'uso del violino nel rock (utilizzato solo dagli It's A Beautiful Day e dagli East Of Eden).

Così, il sound inedito dei Curved Air li porta dritti tra le braccia della Warner Bros, che fa firmare loro un contratto con anticipo 100.000£, cifra che fece molto scalpore all'epoca. Ma l'investimento è ben ripagato, dato che il loro album di debutto, AIR CONDITIONING, pubblicato nel novembre 1970, si posiziona ottavo in classifica. Ed è in particolare la traccia Vivaldi, omaggio al celebre compositore, che chiarisce al mondo lo stile della band. 

Ancora oggi tra i loro pezzi più amati, il brano avanza un incipit strumentale affidato al violino a cui, solo dopo quattro minuti, si aggiunge una timida chitarra. Tuttavia, è il pezzo di apertura del disco, It Happened Todayche sancisce la potenza e la sinuosità vocale di Sonja.

L'album emerge anche per la grafica. Si tratta infatti del primo Picture Disc della storia, ovvero del primo vinile ad aver stampata l'immagine di copertina sul disco. Un esperimento azzardato per l'epoca, che funziona solo per le prime 10.000 copie, prima di passare al classico vinile nero.

Come la stessa Kristina ha dichiarato: 

Il problema con il picture disc era che aveva l'artwork sotto vinile trasparente e questo continuava a raccogliere l'elettricità statica, quindi la qualità del suono non era buona come sul vinile nero. Ma è stata comunque una buona idea. [...] So che un'altra band psichedelica britannica chiamata Saturnalia cerca di rivendicare di essere la prima rock band a fare qualcosa del genere. Ma il loro album [Magical Love] è arrivato dopo il nostro.

Tuttavia, il ricordo più vivido di quel debutto rimane la genesi prima della registrazione agli Island Studios. Tutti i membri della band vivevano infatti nello stesso appartamento ad Hampstead, a nord di Londra, punto di raccolta di artisti e musicisti, tra cui i Led Zeppelin. Una panoramica in pieno stile anni Settanta, infusa di allucinogeni e psichedelia in una libera sperimentazione musicale. Qui i Curved Air hanno saputo creare il loro stile unico, distinguendosi, pur nella nicchia dei ricordi, per un esordio ardito e originale. E in questo frangente, un ruolo fondamentale l'ha giocato un furgoncino d'eccezione, che ci ricorda sempre Sonja:

Stavamo viaggiando su e giù per il paese in un furgone Transit, a turno per guidare, anche se solo uno di noi aveva la patente! Avevamo tutte le attrezzature stipate lì dentro e suonavamo in ogni club che potevamo. Ma è stato importante, perché ha aiutato a sviluppare davvero le canzoni per il primo album.

You May Also Like