Yes: un assaggio dell’atteso ritorno con “The Ice Bridge”

Yes, The Royal Affair Tour, 2019, concerti, Prog, Stone Music, News

Sette anni possono non sembrare così lunghi dato l'imminente lancio del nuovo album degli Yes. Si intitola THE QUEST e dall'1 ottobre racconterà una nuova parentesi della band, preannunciandone l'arrivo con il videoclip del singolo The Ice Bridge.

Immagini naturali e oniriche tradiscono la firma di Roger Dean, artista britannico che ha creato le copertine di diversi gruppi progressive, dai Gentle Giant, agli Asia, fino ai suoi clienti più affezionati, gli Yes. Dean ritorna nel 2021 sui passi dell'amata band britannica firmando la copertina di THE QUEST. L'ultimo prodotto in casa Yes, il primo senza il brillante bassista Chris Squire, verrà pubblicato l'1 ottobre e, tra le tracce in scaletta, la prima estratta come singolo è The Ice BridgeDa qualche giorno il videoclip è disponibile su Youtube, con oltre 170 mila visualizzazioni. Da subito le immagini ipnotizzano lo spettatore con il loro fascino fiabesco, che però nascondono un messaggio di consapevolezza e salvaguardia del Pianeta. 

Lo storico chitarrista Steve Howe ha rivelato come la genesi musicale del brano, come quella di tutto l'album, sia stata nel 2019. Da lì l'evoluzione di un disco che ha visto i suoi musicisti separati in due diverse parti dell'Atlantico. Da un lato Howe, il cantante Jon Davison e il tastierista Geoff Downes nel Regno Unito. Dall'altro il bassista Bill Sherwood e il batterista Alan White a Los Angeles, occupandosi di tutte le sezioni ritmiche. Ed è proprio il tocco di Sherwood che inaugura l'album sulle note di The Ice Bridge, come sempre Howe ha poeticamente descritto: 

The Ice Bridge apre l'album nella tonalità oscura e lunatica di do minore, aiutata dall'orchestra. La parte del basso rotante dà il via alle cose mentre la voce e le chitarre iniziano un viaggio tortuoso attraverso le varie strutture fino a quando non si verifica la rottura, dove si sente la rottura del ghiaccio. 

Il brano indaga i pericoli del riscaldamento globale, più attuali che mai. Un ottimo assaggio per il dodicesimo album della band, di sette anni distante dall'ultimo HEAVEN AND EARTH (2014) e già disponibile per il pre-ordine sul sito ufficiale del gruppo. Lo trovate nel formato di edizione limitata deluxe  2CD + 2LP con box-set Blu Ray, oppure 2CD con Blu Ray oppre 2CD + 2LP con booklet, oltre al formato digitale su svariate piattaforme. Insomma, un ritorno tanto atteso degli Yes, che aggiungono la loro perla alle grandi uscite previste per quest'autunno.

You May Also Like