Cosa pensa Brian May del sequel di Bohemian Rhapsody?

queen

 

Alla sua uscita, il film biografico sui Queen riscosse un successo travolgente. Per questo, l'ipotesi di un sequel della pellicola prese sempre più piede tra i fan. Ma cosa ne pensano i diretti interessati? 

Diretto da Bryan Singer, il film biografico sui Queen, intitolato Bohemian Rhapsody, uscì nel 2018 e riscosse una stravolgente dose di consensi. La pellicola, con Rami Malek nei panni di Freddie Mercury, è il ritratto della nascita del gruppo, espandendosi lungo un arco temporale che arriva fino al 1985, anno in cui i Queen salirono sul palco del Live Aid. Ad oggi, Bohemian Rhapsody conta ben quattro premi Oscar vinti durante la novantunesima edizione della kermesse. I riconoscimenti sono stati attribuiti al miglior attore a Rami Malek, al miglior montaggio, al miglior sonoro e al miglior montaggio sonoro. Ad oggi, i Queen continuano a risentire del successo di Bohemian Rhapsody, per cui aprire le possibilità ad un sequel è sembrato quasi un atto dovuto. Ma cosa pensa Brian May del possibile sequel di Bohemian Rhapsody?

Brian May sul sequel di Bohemian Rhapsody

Nel 2018, gli stessi due membri dei Queen coinvolti nella realizzazione della pellicola, Brian May e Roger Taylor, non avevano idea della gemma che avevano tra le mani e del successo che avrebbe riscosso in tutto il mondo. Solo dopo aver sbancato al botteghino, con un incasso di oltre 900 milioni di dollari e aver conquistato gli Oscar, Brian May ha avuto idea di quanto Bohemian Rhapsody fosse prezioso. Parliamo, del resto, di un esempio di cinematografia impeccabile che, al di là dei tratti volutamente romanzati della trama, ha dalla sua interpretazioni forti e trame intense, in grado di superare gli standard di un comune biopic; al punto da risollevare il genere dal torpore in cui era piombato negli anni precedenti.

In merito a un possibile sequel di Bohemian Rhapsody, dunque, Brian May non ha potuto fare altro che dirsi ottimista. Nel corso di una diretta Instagram, il leggendario chitarrista dei Queen ha spiegato di star valutando le possibilità di un sequel e che la ricerca delle idee per gli script sia più difficile ora che il primo è entrato a far parte della storia del cinema. Insomma, l'eroe della sei corde sta lavorando al confezionamento di un prodotto che, a detta sua, dovrà avere un gran copione. Pare che May sia in cerca di una sceneggiatura in grado di reggere due ore sullo schermo. Stando alle ipotesi più accreditate dai fan, il sequel di Bohemian Rhapsody potrebbe concentrarsi sulle fasi meno note della vita dell'iconico frontman, attraversando i suoi complessi equilibri familiari e la scoperta della sua omosessualità. In ogni caso, non ci resta che attendere ulteriori informazioni per scoprire il futuro dei Queen sul grande schermo. 

You May Also Like