Jimmy Page suonò davvero in “You Really Got Me” dei Kinks?

Prima di fondare i Led Zeppelin, Jimmy Page era un session man di successo che ha suonato su alcune tracce di grande successo dei suoi anni, ma l'impronta del chitarrista è anche su You Really Got Me dei Kinks come molti sostengono?

Tra i migliori chitarristi di tutti i tempi, l'apporto di Jimmy Page sul mondo della chitarra moderna è profondissimo e, tra miti e leggende sorti sul suo conto e su quello della band che avrebbe fondato nel 1968, gli appassionati continuano ad avere di che stupirsi. Ovviamente, un fondo di verità c'è quasi sempre o, comunque, in buona parte dei casi. Come già in molti sapranno, Jimmy Page era un affermato session man prima di formare la band del Dirigibile con cui avrebbe impresso il suo nome nella storia. Furono innumerevoli le sessioni d'incisione a cui prese parte in qualità di chitarrista, arrivando a suonare con personalità come gli Who e Joe Cocker. Una delle voci più diffuse e interessanti sul passato di Page è quella che lo vorrebbe alla sei corde dell'iconico brano dei Kinks, You Really Got Me, considerato da ogni fan del rock come un capostipite delle sfaccettature più hard del genere. Ma sarà vero?

Il passato di Jimmy Page come session-man

Sono passati moltissimi anni, ormai, da quando Jimmy Page ha lasciato la sua impronta negli annali del rock. Sin da giovanissimo, infatti, il chitarrista si è distinto nella scena britannica per il suo modo originale ed eclettico di approcciarsi al suo strumento. Ad oggi, sono diverse le testimonianze del passato di Page. Il documentario It Might Get Loud, in cui il chitarrista intrattiene un interessante colloquio con The Edge degli U2, ne fa un ritratto particolarmente dettagliato, a partire proprio dalle parole della leggendaria chitarra di Stairway To Heaven.

Era la metà degli anni '60 quando Page si guadagnava da vivere partecipando alle varie sessioni d'incisione in giro per il Regno Unito. Durante la sua conversazione con The Edge, il chitarrista ricorda alcune delle session più significative: dalla colonna sonora di James Bond, Goldfinger, agli attriti in studio con Pete Townshend degli Who per I Can't Explain, fino ad arrivare alla cover di Joe Cocker del brano dei Beatles, With A Little Help From My Friends. I trascorsi da sessionman di Jimmy Page sono particolarmente variegati, eppure, la più grande incognita per aficionados e curiosi è la sua effettiva presenza nel primo disco dei Kinks.

Jimmy Page suonò davvero coi Kinks?

La risposta a questa fatidica domanda è sì. Jimmy Page lavorò alle chitarre ritmiche del primo album della band così che Ray Davies potesse concentrarsi esclusivamente sulla voce. Fu Dave Davies a curare, invece, i soli sul disco. You Really Got Me era parte dell'album; uscita nel 1964, raggiunse in men che non si dica il podio più alto delle chart inglesi. Pioniera del Punk Rock, la traccia ha coadiuvato nella nascita dell'effetto di distorsione sulla chitarra, ottenuto in quel caso squarciando un amplificatore con delle lamette per arrivare ad un suono più aggressivo.

A Jimmy Page è sempre stato attribuito il solo di You Really Got Me che, però, si scoprì dopo diversi anni, non essere firmato da lui. A confermarlo, lo stesso Dave Davies che, scagliandosi contro un documentario BBC dedicato alla sua band, dichiarò attraverso un post su Twitter che il ruolo di Page in KINKS era relegato alle sole sezioni ritmiche. In ogni caso, lo stesso Page ha spesso definito il suo contributo al disco particolarmente marginale, ripensando alle dichiarazioni di altri suoi colleghi come Jon Lord dei Deep Purple che, invece, sostenevano il contrario.

You May Also Like