Le 5 migliori ballad del rock anni ’80

bon jovi richie sambora

Gli anni '80 hanno marcato un periodo davvero singolare per il rock. Nella discografia delle band, infatti, coesistevano tracce incendiarie, hit commerciali e ballate strappalacrime in grado di scavalcare le classifiche internazionali. 

Il mondo delle rock ballad è sempre stato variegato e, in particolar modo, apprezzato dal pubblico di appassionati come dai meno avvezzi al genere. La scena rock anni '80 viveva grazie agli inni da stadio che il pubblico cantava a squarciagola insieme ai propri beniamini sul palco. Erano le ballate, languide e solenni, però, a trascinare gli spettatori in un'altra dimensione. Sono diventati un vero simbolo della musica moderna, del resto, i momenti in cui, accendini alla mano, le platee delle arene più prestigiose si illuminavano ai versi d'amore delle band più dissolute, a dimostrare che, davanti a questo sentimento, chiunque riesce ad abbassare le proprie difese. In questa classifica, vi presentiamo alcune tra le migliori ballad rock uscite negli anni '80. 

Guns N' Roses - Patience

Iniziamo la nostra classifica con un brano delicato, dalle atmosfere limpide e assorte. Tratto da LIES, del 1988, Patience è ben nota ai più per il fischio iniziale e per le interpretazioni ricche di trasporto di Axl Rose. Patience vuole avvertire chi ascolta che, per andare avanti, qualunque relazione ha bisogno di pazienza, di scendere a compromessi e, soprattutto, di comprensione reciproca

Bon Jovi - Never Say Goodbye

Con questa ballata d'amore in puro stile springsteeniano, Jon Bon Jovi ebbe modo di riscoprire le infinite sfaccettature del cantautorato. Never Say Goodbye divenne un vero e proprio inno degli anni '80, da parte di una delle band simbolo di quel periodo. Tratta da SLIPPERY WHEN WET, non riscosse i meritati plausi all'inizio, visto il quantitativo spaventoso di hit con cui il disco fu colmato. 

Skid Row - I Remember You 

Probabilmente, la entry più toccante nella nostra top. I Remember You rompe il silenzio con ritmiche marcate e chitarre imponenti. Fu il terzo singolo del disco omonimo degli Skid Row, uscito nel 1989. Le interpretazioni di Sebastian Bach alla voce sono incredibili e contribuiscono ampiamente ad impreziosire la traccia. 

Def Leppard - Love Bites

Dal momento del loro breakthrough internazionale, i Def Leppard affrontarono non poche peripezie. Dall'incidente che costò il braccio al batterista ai ritmi serrati della vita in tour. Dal 1983 al 1987, i Def Leppard non ebbero tregua. Love Bites, lo si evince sin dal primo ascolto, voleva rappresentare il tentativo della band di premere il piede sul freno, nella speranza di rallentare i ritmi distruttivi nei quali era piombata e, da cui non sarebbe uscita, di certo, illesa. 

Mötley Crue - Home Sweet Home 

Impossibile non citare tra le migliori ballad rock degli anni '80 la traccia che definì lo stile di questo tipo di brani all'epoca. Parliamo di Home Sweet Home, la canzone con cui i Mötley Crue aggiunsero il piano al loro spettro sonoro, regalando al pubblico uno spaccato intenso e appassionato dedicato ai cari che i membri del gruppo lasciavano a casa durante i tour. Tratto da THEATRE OF PAIN del 1985, Home Sweet Home divenne immediatamente un cavallo di battaglia della band dal vivo. 

You May Also Like