I testi più belli di David Bowie

david bowie

Immagine, carisma e devozione alla performance. Sono questi i baluardi su cui David Bowie basò la sua opera. Oggi, ricordiamo il Duca Bianco per i suoi impressionanti spettacoli di trasformismo e per i manifesti culturali che ha firmato.

Anche i meno avvezzi al mondo della musica sanno chi era David Bowie. La sua figura iconica è riuscita ad entrare nell'immaginario collettivo con grande facilità e, ad oggi, la sua opera echeggia attraverso le generazioni senza mai perdere smalto. L'apporto di David Bowie sulla cultura musicale contemporanea è profondissimo, grazie a un sound unico, in voga e, allo stesso tempo, capace di mantenere una spiccatissima vena sperimentale e a testi dal significato profondo, introspettivo talvolta, istrionico altre. In questa classifica, vi presentiamo alcuni tra i migliori testi di David Bowie.

david bowie

The Man Who Sold The World

Traccia omonima all'album del 1970, The Man Who Sold The World si presenta come un tripudio di affascinante mistero. Il protagonista della storia raccontata dal Duca Bianco è un uomo in procinto di avere un importante incontro con uno sconosciuto, la cui identità rimane celata per tutta la durata del brano. Che si tratti di un vecchio amico o di un'entità esoterica, il mistero di The Man Who Sold The World continua ad attanagliare appassionati e addetti ai lavori. Si tratta di un brano straordinario, valido precursore di quanto trattato nella storia di Ziggy Stardust.

Life On Mars? 

Da HUNKY DORY, del 1971, Life On Mars? è una delle canzoni più evocative di David Bowie. Si tratta di una traccia affascinante e ricca di significato, tra le più teatrali ed espressive del Duca. Con Life On Mars? Bowie veste i panni dell'eternauta, gettando uno sguardo attento e pragmatico sul passato, il presente e il futuro. Life On Mars? si pone come una sorta di excursus sul ciclo della vita dove le parole che compongono il testo hanno tutte il loro peso, nonostante si sposino alla perfezione con il ritmo proposto nella strumentale.

Rock 'N' Roll Suicide

A chiudere il classico del 1972 THE RISE AND FALL OF ZIGGY STARDUST AND THE SPIDERS FROM MARS,  Rock 'N' Roll Suicide, una traccia in grado di riassumere in soli tre minuti l'intero album. Rock 'N' Roll Suicide si affermò in men che non si dica come un inno per tutti i fan del Duca Bianco nel suo periodo da Ziggy Stardust.

Heroes

Dall'album omonimo del 1977, Heroes è un vero manifesto culturale. La traccia rimase impressa nell'immaginario collettivo grazie al sound ispirato all'opera dei Velvet Underground e al profondo significato storico che le viene attribuito, visto il delicato periodo sul piano socio-politico internazionale in cui venne rilasciata. Nella sua disarmante semplicitàHeroes vuole essere un monito per chiunque a vestire i panni dell'eroe, a prendere in mano la propria vita e a cambiare il mondo nel proprio piccolo.

david bowie

Diamond Dogs

Ancora una volta, da un album omonimo, del 1974 questa volta, Diamond Dogs si apre con una linea post-apocalittica che lascia spazio ad un riff di chitarra ruggente che rimanda ai Rolling Stones degli anni d'oro. La traccia tesse uno scenario nichilista, distruttivo e profondamente crudo riguardo gli eccessi e le dissolutezze del mondo contemporaneo e sull'edonismo che domina la società dalle radici.

You May Also Like