Tony Iommi: ascolta il nuovo singolo Scent Of Dark

true lies le leggende di tony iommi raccontate da classic rock e radiofreccia

Il leggendario chitarrista dei Black Sabbath è tornato a far parlare di sé con un nuovo brano: Scent Of Dark.

Si tratta del primo lavoro rock dell'icona della sei corde dall'uscita dell'ultimo album della band che l'ha consacrato all'eternità: 13. Scent Of Dark è un brano strumentale legato all'uscita della sua nuova, omonima, fragranza di profumo. L'essenza è nata grazie alla sua collaborazione col profumiere Sergio Momo che, tra l'altro, suona la chitarra sul brano. Ad accompagnare il rilascio del singolo, un video ufficiale

I progetti futuri di Tony Iommi 

Riflettendo sul suo nuovo brano e sull'uscita della sua fragranza, Iommi ha dichiarato: 

Ho dovuto pensare a tutti i profumi che mi piacciono e costruire una fragranza a partire da essi. Sergio, poi, ama la musica e suona la chitarra. Mi ha chiesto se potessimo scrivere una canzone per l'uscita del profumo. Abbiamo pensato che la cosa migliore che potessimo fare fosse una traccia strumentale. Avevo quest'idea, l'ho suonata per lui e gli è piaciuta. Ha aggiunto alcune parti e l'abbiamo incisa

Inoltre, il chitarrista ha confermato di sperare di poter puntare su nuovi progetti musicali. Successivamente, Iommi ha anche parlato della sua collaborazione con Ozzy Osbourne per il prossimo album in uscita dell'ex frontman dei Sabbath. Al riguardo, il chitarrista spiega:

Ho scritto l'intera traccia e l'ho suonata, assolo compreso. La trovo davvero buona. Mi piace ciò che Ozzy ha cantato sul brano, credo abbia fatto davvero un buon lavoro. Penso che abbiano scelto Chad Smith per suonare le parti di batteria, ho lasciato tutto nelle loro mani.

Black Sabbath, 1970: Bill Ward, Tony Iommi, Ozzy Osbourne, Geezer Butler in , (Photo by Chris Walter/WireImage)

Riflettendo sulla sua amicizia con Ozzy che, a discapito dei dissapori del passato, continua ad andare avanti, il chitarrista ha spiegato:

Ci sentiamo molto spesso, ma non parliamo molto al telefono perché siamo incapaci ad usarlo. Credo che abbia smesso di chiamarmi perché lo faceva alle 2 del mattino. Tende a dimenticare che ora si trova in Regno Unito e, ovviamente, quando ricevi una chiamata a quell'ora pensi che sia successo qualcosa di spiacevole. Al momento cerchiamo solo di scriverci.  

You May Also Like