Perché i Led Zeppelin usarono simboli al posto dei loro nomi in IV?

Dopo l'uscita di LED ZEPPELIN III, era chiaro che nessuno potesse fermare il dirigibile più famoso del mondo. Proprio in quel momento, Jimmy Page decise di sfidare il gruppo a cui aveva dato i natali. 

Era il 1970 quando pubblico e critica si resero definitivamente conto che i Led Zeppelin fossero una macchina inarrestabile. Dopo l'uscita di III, gli addetti ai lavori erano convinti che qualsiasi disco che presentasse il nome della band in copertina avrebbe venduto milioni di copie. In quel momento, Jimmy Page decise di alzare la posta in gioco, proponendo un approccio visuale completamente diverso per la copertina del quarto album della band. Fu così che nomi e titoli furono completamente cancellati, lasciando spazio a quattro simboli che, ad oggi, vengono annoverati tra i più evocativi nella storia del rock. 

La storia dei simboli di IV 

"Dopo tutti i problemi che abbiamo avuto con la critica, ho pensato che sarebbe stata una buona idea rendere un nostro disco completamente anonimo". Furono queste le parole di Page nel corso di un'intervista rilasciata a Trouser Press nel 1977. Andando avanti, il leggendario chitarrista aggiunse: "All'inizio, volevo un solo simbolo in copertina, poi ho deciso che, essendo il nostro quarto album e che la band fosse composta da quattro elementi, avremmo potuto scegliere un simbolo ciascuno. Io ho disegnato il mio e gli altri avevano le proprie ragioni per usare i simboli che hanno scelto in definitiva"

Oggi, il disco viene ricordato con il nome di IV, ma in realtà all'album non fu mai dato un titolo ufficiale. Questo mandò la label della band su tutte le furie. Per prevenire eventuali cambi di rotta non autorizzati, il gruppo decise di non inviare i master all'etichetta finché quest'ultima non avesse firmato un accordo preventivo in merito al nome del disco. Il patto includeva, oltre ai crediti a Page per la produzione, il fatto che nessuno dei membri del gruppo dovesse essere citato e che dovessero presenziare soltanto i simboli

I quattro simboli degli Zeppelin

Come detto, Jimmy Page disegnò il suo simbolo personalmente. In molti credettero che racchiudesse la scritta "ZoSo", ma in realtà, l'entità della runa è completamente differente. Alcuni sostengono che si tratti del simbolo di Saturno, il pianeta che domina il Capricorno, segno zodiacale del chitarrista, mentre altri vi attribuiscono una declinazione lisergica. Plant personalizzò il suo simbolo, pur ispirandosi ai testi sacri dell'antica civiltà Mu. L'esistenza di essa non ha alcuna base fattuale, ma secondo alcuni archeologi, si tratterebbe del popolo di Atlantide. La piuma posta al centro della runa di Plant è legata a Ma'at, la dea egiziana della verità, della giustizia e dell'equilibrio. 

John Paul Jones trovò il suo simbolo tra le pagine del Libro dei Segni di Rudolph Koch, dove la triquetra di origini celtiche e galliche catturò la sua attenzione. La runa di Jones simboleggia competenza, sicurezza in sé stessi ed equilibrio. Infine, John Bonham scelse il suo simbolo dal medesimo libro. I tre cerchi intrecciati rappresentano la Santa Trinità: Madre, Padre e Figlio, a rispecchiare lo status famigliare del batterista all'epoca, unito a sua moglie Pat e a suo figlio Jason. Un ultimo simbolo appare all'interno di IV, dedicato alla cantante Sandy Denny che cantò su The Battle Of Evermore. Tre triangoli piazzati l'uno accanto all'altro che, non è chiaro se la cantante abbia scelto personalmente o meno. 

You May Also Like