La canzone dei Wings censurata da BBC e IBA, ma amata dalle classifiche

Le controversie erano all'ordine del giorno per i membri dei Beatles,Paul McCartney si è mai rivelato estraneo alle divergenze coi media.

All'alba del 1972, Paul McCartney e i suoi Wings avevano rilasciato il singolo politicamente scomodo Give Ireland Back To The Irish, immergendosi in acque oscure e profonde dal punto di vista mediatico. Nonostante si trattasse di un brano di straordinario impatto, infatti, finì per essere censurato dalla BBC, perché considerato politicamente scorretto. Quello fu solo l'inizio di un capitolo caratterizzato da aspre controversie che condizionarono la carriera dell'ex colonna portante dei Beatles. 

Il rapporto di Paul McCartney con la censura 

Pochi mesi dopo i fatti sopracitati, Paul McCartney tornò a far parlare di sé con un nuovo singolo, una cover del brano per bambini Mary Had A Little Lamb, sfidando i media e le istituzioni a trovare qualcosa di sbagliato o controverso in una traccia nata per un pubblico infantile. Alla fine del 1972, il bassista si rivelò pronto per un altro, estenuante, round. 

Fu allora, infatti, che McCartney rilasciò Hi Hi Hi, una traccia il cui testo faceva riferimento all'utilizzo di stupefacenti e che non celava la sua natura nemmeno nel titolo. Hi Hi Hi strizzava l'occhio al mondo delle dipendenze, così come a quello della sessualità, venendo sottoposto a forte censura nel dicembre del 1972, quando fu bandito dai palinsesti britannici. Il verso "get you ready for my body gun", fu ritenuto eccessivo dalle stazioni britanniche. In ogni caso, qualche anno dopo, McCartney dichiarò di aver pronunciato "polygon" e non "body gun" e che la controversia era partita da un chiaro fraintendimento. Complice quanto accaduto al brano, comunque, Hi Hi Hi raggiunse in men che non si dica le top 10 britanniche e statunitensi. 

You May Also Like