5 cose che non sai su Steve Vai

Steve_Vai_(Milan,_2005)2
Ph. Vento di Grecale Via Flickr https://www.flickr.com/photos/54185051@N00/48215957

I fan più devoti a determinati artisti o band desiderano sapere tutto sul loro conto. Steve Vai ne conta milioni e, a loro, è dedicata questa classifica sulle migliori curiosità riguardo il guitar hero.

Una carriera solista di straordinario successo, unita al contributo che ha fornito alle opere di artisti come Frank Zappa, Whitesnake e David Lee Roth, costruiscono la reputazione di uno dei chitarristi più innovativi di tutti i tempi. Parliamo di Steve Vai: una figura tanto in vista quanto, per certi versi, enigmatica.

Fu vicino ad essere il chitarrista di Ozzy

Vai sarebbe potuto essere il chitarrista di Ozzy Osbourne in OZZMOSIS, disco del 1995. Il chitarrista cominciò a lavorare per il Principe delle Tenebre nel 1994, scrivendo alcune delle canzoni insieme a lui. A causa di divergenze reciproche, nel risultato finale, l'unico contributo di Vai fu My Little Man, mentre tutte le parti di chitarra furono riscritte ed affidate a Zakk Wylde.

Detiene un record mondiale

Il 3 marzo del 2011, Steve ha presentato la lezione online più grande di tutti i tempi. In collaborazione con il rinomato college di Berklee, Vai ha istruito un totale di circa 4.455 studenti nei primi 15 minuti di streaming.

Entrò nei Whitesnake a causa di un incidente

I Whitesnake avevano già perso un chitarrista a causa della dipartita del futuro Def Leppard Vivian Campbell. Era il 1989 e, in quello stesso periodo, il secondo chitarrista della band, Adrian Vanderberg, si infortunò al polso. A quel punto, Vai ricevette la chiamata di David Coverdale, entrando nella band per l'incisione di SLIP OF THE TONGUE.

Il suo hobby singolare

Quando non infiamma i palchi più prestigiosi in giro per il mondo, la leggenda della sei corde adora produrre miele ed allevare api. Da anni, ormai, Vai si dedica, nel suo tempo libero, a quest'hobby, con il quale produce ottimo miele che regala ad amici, familiari ed associazioni benefiche.

L'apparizione cinematografica di Steve Vai

Nella pellicola del 1986 Crossroads, Steve Vai interpreta il diabolico chitarrista Jack Butler che sfiderà il giovane personaggio di Ralph Macchio in un duello all'ultimo lick da cui uscirà sconfitto, se solo non fosse che Vai abbia, di fatto, inciso tutte le parti "suonate" dall'attore durante le riprese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You May Also Like