Elvis’ Christmas Album: in edicola da domani l’LP da collezione

Elvis Christmas Album

È in edicola dal 25 ottobre Elvis' Christmas Album, l'LP che - con oltre dieci milioni di copie vendute nei soli Stati Uniti - è il disco di Natale più venduto di tutti i tempi...

Pubblicato per la prima volta nel 1957, il vinile si presenta in una preziosa edizione da collezione e contiene dodici canzoni natalizie (audio originale mono rimasterizzato), rese ancora più magiche dalla straordinaria interpretazione del re del rock'n'roll, Elvis Presley. La confezione di Elvis' Christmas Album contiene anche un esclusivo booklet illustrato di 12 pagine e rappresenta una perfetta idea regalo per qualsiasi appassionato di musica.

Elvis' Christmas Album può anche essere ordinato online, sullo store di Sprea Editori.

Elvis Christmas Album

Negli anni 50, la musica prodotta per il mercato degli album non era, come si può pensare, quella relativa al rock’n’roll, alla musica nera o al country. Le classifiche rispecchiavano i gusti della parte benestante degli statunitensi. Gusti prevalentemente rivolti verso il sound di un’era passata: da Rodgers e Hammerstein a Frank Sinatra e  Johnny Mathis, da Mantovani e Mitch Miller a Ray Conniff.

D’altronde, gli album costavano più dei singoli che, invece, rappresentavano maggiormente il gusto di una gioventù ribelle, dedita all’ascolto del rock’n’roll che, per molti opinionisti, era la musica del diavolo. Solo tre giovani artisti rappresentarono un’eccezione: Elvis Presley, Ricky Nelson e Pat Boone.

Elvis in particolare, nel 1957, era al massimo della popolarità. In quell’anno, ai suoi innumerevoli concerti, migliaia di teenagers in delirio procurarono spesso incidenti, dopo ogni sua esibizione. La gente si impadroniva di tutto quello che poteva, dalle aste del microfono, agli strumenti.

Naturalmente, stampa, tv e radio si scatenarono in una massiccia campagna denigratoria nei suoi riguardi. Forse anche per questo, dopo la pubblicazione dei suoi primi due album, sostanzialmente una compilation dei suoi singoli, il suo direttore artistico della RCA, Steve Sholes, decide di fargli incidere un album contenente brani inerenti alla festività del Natale.

Il nostro Elvis entra negli studi Radio Recorders di Hollywood e, in soli tre giorni, (5, 6 e 7 settembre 1957), registra il disco. I brani, inizialmente, sono solo undici e, solo all’ultimo, viene aggiunta una composizione di Leiber e Stoller, inserita all’inizio dell’album: Santa Claus is Back in Town. Interpreti e collaboratori sono: lo stesso Elvis, Scotty Moore, Bill Black, D.J. Fontana, The Jordanaires ed infine, giunta appositamente per questa session, il soprano Millie Kirkham.

Elvis, nei brani della durata complessiva di trenta minuti, trasferisce tutto il suo amore verso i canti religiosi, attraverso la sua inconfondibile calda e convincente voce. Per White Christmas, riprende parte dell’arrangiamento dei Drifters, inciso due anni prima. In Blue Christmas, fa cantare un obbligato di soprano a Millie Kirkham.

Elvis Christmas Album

In ottobre, il disco che porta il suo nome (Elvis Christmas album), viene messo in vendita e una certa stampa denuncia questa uscita come un tentativo di profanazione della religione cristiana. Pensate che Irving Berlin, compositore di White Christmas, promosse un’iniziativa per bloccare la diffusione via radio del suo brano. Nonostante tutto, il giovane “delinquente del rock’n’roll” vince la sua battaglia e l’album riscuote un successo clamoroso. Risulterà, in assoluto, il più venduto degli anni 50, con 7.000.000 di copie.

La cover è una foto fatta nello studio di registrazione dove, per l’occasione, Steve Sholes aveva posizionato dei pacchi regalo natalizi. L’album, uscito negli USA, ha una gatefold cover con inserite cinque pagine di splendide foto. Sotto le festività, alla confezione venne aggiunto un gold sticker con “to…from…”. 

Elvis, con questo album, si consacra padrone assoluto della scena musicale statunitense negli anni 50 e lo sarà per lungo tempo, sino alla sua morte prematura. Non si potrà mai dimenticare la sua splendida voce, interprete miracolosa di That’s all right, o di qualsiasi altra sua canzone. Lui per sempre vivrà nei cuori dei suoi innumerevoli fans, avendoci regalato la possibilità di liberare quelle emozioni troppo spesso represse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You May Also Like