Quando i Pink Floyd invitarono Rita Pavone a un appuntamento

Ricordate quando girava voce di un possibile legame fra Rita Pavone e i Pink Floyd?

Già, proprio così. Fino a qualche anno fa, diversi fan italiani rispettivamente della Pavone e dei Pink Floyd erano convinti che ci fosse qualche legame non ben dichiarato fra la cantante nostrana e la band britannica. Ma per quale motivo? L'equivoco nacque con San Tropez, brano dei Pink Floyd contenuto in MEDDLE, l'album del 1971 (qui nella versione remastered del 2011). 

Ascoltando questo pezzo, in effetti, molti si erano convinti che il testo, attorno al minuto 2:15, dicesse "making a date for Rita Pavone", tradotto con "chiedendo un'appuntamento a Rita Pavone". Sarà, poi, la stessa Rita ad alimentare i rumors affermando – in una lettera scritta di suo pugno a un fan della band, in alcune interviste e, in seguito, anche nella sua biografia – che alcuni membri della rock band fossero, effettivamente, presenti a un suo concerto in Costa Azzurra. L'esibizione era piaciuta così tanto che il gruppo decise di dedicare una canzone alla star italiana che, all'epoca, era nel suo periodo di massimo splendore. Qualche imprecisione di base c'è: il tour al quale fa riferimento la Pavone ebbe luogo nel 1973, quindi, dopo la pubblicazione di MEDDLE. 

Anni dopo, è stato confermato che si è trattato solo di un divertente equivoco: i Pink Floyd, sfortunatamente, non hanno mai voluto citare la Pavone in una loro canzone. L'errore nasce da alcune trascrizioni errate dei testi dei Pink Floyd che circolavano in Italia in quegli anni. In effetti, i testi ufficiali non furono introdotti all'interno dei dischi della band fino al 1973, con la pubblicazione di THE DARK SIDE OF THE MOON.

Probabilmente, qualche appassionato della band che non masticava molto bene l'inglese, si era lanciato nella stesura dei testi a orecchio e, in alcuni casi, aveva preso fischi per fiaschi. Purtroppo, il nostro caso è proprio uno di questi poiché, ascoltandolo con orecchio attento, il testo originale dice "making a date for later by phone", dunque "dandosi appuntamento a più tardi per telefono".  La correttezza di quest'ultima traduzione fu confermata anche nel 1992 quando venne pubblicato il box-set SHINE ON, che comprendeva anche MEDDLE, con tutti i testi originali di brani.  

Forse sarebbe stata una bella storia da raccontare ma no, non esiste nessun legame fra i Pink Floyd e Rita Pavone. 

You May Also Like