Dardust, Levi’s e la rivincita della periferia

levi's music project

Avvicinare i ragazzi alla produzione artistica e al'industria musicale è l'obiettivo del Levi’s Music Project. La seconda edizione parte oggi: sarà Dardust a produrre un brano con due dei 14 giovani coinvolti. Il cuore pulsante del progetto è un nuovo spazio a Gratosoglio (Milano).

Nato per supportare la formazione musicale dei giovani, il Levi’s Music Project ha fatto il suo debutto in Italia nel 2020 in partnership con Mahmood, consentendo a 14 giovani di partecipare a un percorso di produzione artistica e musicale, sintetizzato dal music short film Back to us.

Per questa seconda edizione le masterclass avvicineranno nuovamente gli studenti ai personaggi del panorama musicale che lavorano “dietro le quinte”. A partire da ogg (10 marzo), presso la Levi’s Music Room (uno spazio permanente nel Teatro Pacta, nel quartiere di Gratosoglio a Milano) i ragazzi lavoreranno accanto ad alcuni noti producer e musicistiPaola Zukar che aiuterà gli studenti a scoprire i segreti del management; Giovanni Valle, publisher di Thaurus, che guiderà i ragazzi attraverso il mondo dei diritti musicali e infine Bomba Dischi, etichetta discografica indipendente.

Fiore all’occhiello della nuova edizione del Levi’s Music Project sarà un brano inedito realizzato durante il percorso della music production da alcuni ragazzi insieme a Dardust, il producer oggi più che mai sugli scudi. Al secolo Dario Faini, il 44enne marchigiano Dardust è autore, compositore e produttore multiplatino (vanta oltre 35 milioni di riproduzioni); sarà lui, insieme alla fotografa e songwriter Silvia Tofani, ad accompagnare due ragazzi nella produzione di un singolo.

Cos'è il Levi's Music Project

Si tratta di un progetto nato a New York nel 2016 con la collaborazione di Alicia Keys e successivamente esteso all'Europa. La piattaforma è stata lanciata nel Regno Unito con il rapper e produttore musicale Skepta, in Germania con il trio pop-folk Milky Chance, in Spagna con la cantante e produttore Rosalia e in Francia con il gruppo elettro-pop Hyphen Hyphen. Nel corso degli anni, il progetto è stato supportato da musicisti come Snoop Dog, Loyle Carner, Vince Staples, Gaël Faye e molti altri.

Una possibilità per la periferia

Uno degli aspetti più interessanti del progetto è l'attenzione di Levi’s al territorio e in particolare alle periferie. La Levi's Music Room, a Gratosoglio (periferia sud di Milano), è uno spazio insonorizzato che è stato realizzato in occasione del debutto del LMP con l’obiettivo di collaborare con realtà già radicate sul territorio, dando loro un aiuto concreto, tangibile che possa continuare autonomamente nel lungo periodo e consente ai giovani del quartiere di esercitarsi e suonare in un ambiente adeguato.

You May Also Like