22 album che compiranno 20 anni nel 2022

L'alba del Terzo Millennio ha rappresentato un periodo proficuo per la musica suonata. Scopriamo alcuni sensazionali album prossimi al ventennio. 

I tempi cambiano e, in musica, lo hanno sempre fatto velocemente. L'ascesa del nu-metal e dell'alternative rock ha contraddistinto i primi anni 2000, regalando alle nuove generazioni di teenager colonne sonore spettacolari per la loro adolescenza. Le hit di quegli anni distruggevano le radio e i palinsesti televisivi dedicati, facendo della musica, ancora una volta, una passione comune tra i giovani. In quest'articolo, andremo a scoprire gli album che compiranno vent'anni nel corso del 2022. 

SAO PAULO, BRAZIL - APRIL 06: Chris Cornell of Soundgarden performs on stage during the 2014 Lollapalooza Brazil at Autodromo de Interlagos on April 6, 2014 in Sao Paulo, Brazil. (Photo by Buda Mendes/Getty Images)

Audioslave - AUDIOSLAVE 

Con i membri dei Rage Against The Machine ad accompagnare la voce fulminante di Chris Cornell, gli Audioslave si affermarono come uno dei supergruppi più famosi nella storia del rock. Il disco di debutto della band presenta chiari richiami al rock classico, pur non perdendo la prorompente identità artistica di due dei gruppi più influenti degli anni '90 e non solo. 

Murderdolls - BEYOND THE VALLEY OF THE MURDERDOLLS 

Con IOWA, gli Slipknot portarono le inflessioni del death metal sulle vette delle classifiche di vendita internazionali. In quel periodo, però, la band di Des Moines aveva bisogno di sbollire dopo un'ascesa vertiginosa. Joey Jordison trovò nei Murderdolls un'efficace valvola di sfogo nella quale far fluire tutta la sua ispirazione e passione per il cinema horror. 

Red Hot Chili Peppers - BY THE WAY 

Il ritorno di Frusciante in formazione nel 1999 riconfermò gli RHCP a livello internazionale. La loro reputazione fu definitivamente cementata da BY THE WAY, album del 2002, profondamente ispirato all'alternative rock e al funk. 

Killswitch Engage - ALIVE OR JUST BREATHING 

Nel 2002, il metalcore metteva radici, grazie ad atti come i Killswitch Engage, in grado di ridimensionare completamente il genere e, sul piano più ampio, stravolgere le carte in tavola sulla scena di riferimento. Da ALIVE OR JUST BREATHING, sono tratte alcune delle hit più evocative della band come My Last Serenade

Hundred Reasons - IDEAS ABOVE OUR STATION 

Prima di rilasciare il loro album di debutto, gli Hundred Reasons svelarono alcuni dei loro assi nella manica attraverso EP dal sound efficace. Il loro post-hardcore, unito al rock nudo e crudo di cui si caratterizzavano, dominò le classifiche inglesi e, rapidamente, quelle globali. 

Glassjaw - WORSHIP AND TRIBUTE

Un disco feroce e travolgente, carico di pericolosa adrenalina. Il secondo album della band uscì dopo una brusca divisione con Roadrunner, che li portò ben presto a firmare con Warner. Si tratta di un disco controverso che, al contrario di quello di debutto, spinse la band verso il baratro. 

A- HI - FI SERIOUS

Negli anni '90, abbracciarono il pop punk ed il brit-rock, finendo per essere ingiustamente messi in ombra dai big della scena londinese di quel periodo. Gli inizi del XXI Secolo segnarono la svolta sonora per gli A che, in questo disco, si mostrano avvezzi a generi di maggiore tendenza come il nu-metal

Korn - UNTOUCHABLES 

Dopo aver gettato le basi del nu-metal insieme a Deftones e Slipknot, anche i Korn decisero di dare una svolta al loro sound. UNTOUCHABLES è un disco in cui la band esplora i meandri più reconditi del proprio spettro artistico, oscillando tra il gothic ed il post-punk

The Distillers - SING SING DEATH HOUSE 

Nel 2002, il pop punk era tra i generi di maggiore tendenza. I Distillers vollero viaggiare controcorrente, proponendo un hardcore punk violento ed aggressivo, senza disdegnare una rapida ascesa nelle charts internazionali, avvenuta proprio con il disco in oggetto. 

Foo Fighters - ONE BY ONE 

Nel 1999, i Foo Fighters avevano già abbandonato le sponde più heavy del loro sound, quanto meno temporaneamente, per dedicarsi ad opere più melodiche e bilanciate. ONE BY ONE riportò la band alle radici, rimanendo comunque ancorato a sfumature catchy in grado di appassionare chiunque. 

Hatebreed - PERSEVERANCE 

Un disco di livello che portò l'hardcore sul podio delle classifiche internazionali. Più eclettico e letalmente preciso dell'album di debutto, PERSEVERANCE confermò l'attitudine smisurata della band. 

Skindred - BABYLON 

Un disco inizialmente rigettato da pubblico e critica che, successivamente, si affermò come una pietra miliare nella discografia della band grazie a tracce come Nobody e Pressure

Finch - WHAT IT IS TO BURN 

I Finch si illuminarono di luce accecante, per esaurirsi, poi, troppo presto. Il loro sound si poneva al centro tra pop punk, post-hardcore ed emo, rendendosi perfetto per il periodo storico-musicale in cui erano immersi. 

Idlewild - THE REMOTE PART 

Un album di matrice indie, ma pieno di hit nate per la radio. Raggiunse la terza posizione in Regno Unito, grazie ad un'impronta impostata completamente sull'opera di artisti come Smiths e R.E.M. 

my chemical romance

My Chemical Romance - I BROUGHT YOU MY BULLETS, YOU BROUGHT ME YOUR LOVE 

L'energia è palpabile nel primo album dei My Chemical Romance. Un disco senz'altro acerbo, la cui attitudine sovrasta l'ascoltatore. Si tratta di un album ad alta tensione che mostrò una band ricca di creatività e adrenalina, pronta a dominare il mondo. 

Avril Lavigne - LET GO 

Avril Lavigne conquistò le masse nei primi anni 2000. Pop punk, alternative rock e puro pop raggiunsero una commistione bilanciata e perfetta nella figura dell'artista che, col suo album di debutto, sancì l'ingresso di una nuova, giovane e intraprendente star nel mondo della musica. 

Interpol - TURN ON THE BRIGHT LIGHTS 

TURN ON THE BRIGHT LIGHTS sancì la rinascita dell'indie newyorkese. Un disco brillante, dal pop-punk esplosivo, chiaramente ispirato da atti come i Joy Division e i Clash. L'album non riscosse successo all'uscita, ma oggi viene considerato un vero cult del genere. 

Pearl Jam - RIOT ACT 

I fasti del grunge erano svaniti da un pezzo quando i Pearl Jam proposero un disco diverso, più maturo e sicuramente audace, in grado di oscillare tra il punk ed il folk senza mai snaturare ciò che ha portato la band di Eddie Vedder sul tetto del mondo. 

Good Charlotte - THE YOUNG AND THE HOPELESS 

Gruppi come Sum 41, New Found Glory, Simple Plan e Good Charlotte trovarono fortuna proprio nei primi anni 2000. Con la loro estetica oscura, i Good Charlotte funsero da apripista per l'emo post-2000. Il disco, invece, segnò il loro ingresso nella scena mainstream

The Donnas - SPEND THE NIGHT 

Dopo un decennio di grunge aggressivo e indomabile, il rock positivo e nostalgico dei Donnas apparve come qualcosa di rivoluzionario. Il quinto album della band è ispirato all'opera di gruppi come AC/DC e Runaways, riportando il rock classico in auge. 

Lacuna Coil - COMALIES 

COMALIES portò il goth metal italiano dei Lacuna Coil all'attenzione del pubblico internazionale. UNLEASHED MEMORIES aprì la loro carriera, ma fu grazie al disco in oggetto che la band di Cristina Scabbia riuscì a scardinare il circuito musicale statunitense. 

System Of A Down - STEAL THIS ALBUM!

Un album eccentrico, arrivato sono un anno dopo TOXICITY e dalla storia particolarmente controversa, avendo visto la luce prima come leak online e, successivamente, come release ufficiale. L'album si piazza tra i preferiti in assoluto di Serj Tankian e John Dolmayan. 

You May Also Like