Guns N’ Roses versus Nirvana: una guerra storica

Non solo Guns N' Roses e Mötley Crüe: negli anni 90 ebbe luogo un'altra faida, che vide contrapporsi Axl Rose e Kurt Cobain.

Abbiamo già ricordato la storica faida tra Guns N' Roses e Mötley Crüe, una faida spentasi solo recentemente.

Il carattere di Axl Rose, irascibile e impulsivo, portò il suo proprietario a litigare non solo con la formazione di Vince Neil, ma anche con un altro dei leader dell’epoca: quello dei NirvanaKurt Cobain.

Entrambe le band erano allora all'apice del successo, due voci graffianti e interpreti, ciascuna a modo suo, della controcultura giovanile. Sembra che, almeno all'inizio, ad Axl Rose piacessero i Nirvana e la loro musica. Indossò infatti un cappellino con il logo del gruppo grunge per il videoclip di Don't Cry.

Di contro, Kurt non apprezzava i Guns N' Roses. Durante la promozione di NEVERMIND nel 1991, Kurt Cobain ci tenne a tracciare una linea ben definita tra la sua band e quella di Axl.

Non siamo la vostra tipica band modello Guns N’Roses che non ha assolutamente niente da dire.

Addirittura, i Nirvana si rifiutarono di accompagnare i Guns durante il loro tour negli stadi insieme ai Metallica.

A questo punto, come pensate che abbia potuto reagire Axl? Passando all'attacco, naturalmente. Giravano allora voci sul fatto che la figlia di Kurt, Frances Bean Cobain, fosse nata con dei gravi problemi, per via dell'eccessivo consumo di droga di Courtney Love. Axl, dunque, si rivolse a Kurt come a un "fottuto tossico con una moglie tossica. E se la figlia è nata deforme, penso che dovrebbero andare entrambi in prigione".

È guerra. I due rivali si incrociarono durante gli MTV Video Music Awards del 1992. Nel backstage, Axl e la fidanzata Stephanie Seymour oltrepassarono passeggiando Kurt e Courtney, seduti insieme alla loro figlia. Courtney prese in giro Axl, chiedendogli di fare da padrino a Frances e Axl rispose: "Fai stare zitta la tua troia, o ti sbatto al pavimento!". La risposta di Kurt? Si girò verso la sua Courtney e sarcasticamente le ordinò di stare zitta.

Naturalmente, i battibecchi coinvolsero non solo i due frontman, ma anche il resto dei membri delle due band: il bassista dei Guns Duff McKagan e Krist Novoselic si insultarono dietro le quinte, mentre il batterista dei Nirvana Dave Grohl stuzzicò più volte Axl durante la sua performance.

Kurt Cobain definì in seguito i Guns razzisti, sessisti, omofobi, e nemmeno buoni musicisti.

Certo, non mancarono momenti di tregua, persino di simpatia reciproca. Qualche giorno prima della sua morte, il frontman dei Nirvana incontrò per caso Duff McKagan su un volo diretto a Seattle. I due, felici di vedersi, parlarono di amicizie in comune, di droghe e riabilitazione.

E poi? Il 1994 Kurt Cobain si uccise sparandosi un colpo alla testa. Dopo la tragica scomparsa del loro leader, gli altri componenti dei Nirvana ricevettero le chiamate affrante di Matt Sorum, batterista dei Guns N’ Roses. Duff McKagan invece, l'ultimo dei Guns ad aver visto Kurt in vita, non si diede pace. Cominciò a rimproverarsi per non averlo abbracciato quel giorno sull'aereo, e non averlo aiutato ad affrontare la solitudine. 

Negli anni la faida sembra essersi placata. Così, abbiamo potuto vedere Slash e Dave Grohl, sull'onda del successo con i suoi Foo Fighters, suonare Ace of Spades durante la serata celebrativa dei Golden Gods Award nel 2010. Nel 2015, invece, Krist Novoselic suonò Sweet Child O’ Mine con la fisarmonica insieme a Duff McKagan

Che dire, infine, del collerico Axl Rose? Sembra che anche lui si sia calmato e che tra le storiche band rivali (o quanto ne è rimasto) sia nata un'amicizia sincera. Nel 2016, in occasione della reunion dei Guns, Dave Grohl cedette al loro infortunato leader il suo trono di chitarre. Lo stesso trono da cui aveva suonato qualche tempo prima dopo essersi rotto una gamba in tour.

You May Also Like