Il prossimo 20 giugno a New York, 120 cimeli verranno venduti per beneficienza

David Gilmour metterà all’asta più di 120 chitarre dalla sua collezione il prossimo 20 giugno, presso la sede della casa d’aste Christie’s, nel Rockefeller Center di New York.

L’ex chitarrista e voce dei Pink Floyd, come vi avevamo già annunciato, ha deciso di vendere ai migliori offerenti una parte cospicua della sua collezione per una nobilissima causa: i proventi dell’asta, infatti, andranno a finanziare azioni concrete in favore delle popolazioni colpite da carestie, dei senzatetto e dei profughi di tutto il mondo. Dopo un’anteprima di pochi giorni a Londra e poi a Los Angeles, chi vorrà visionare il patrimonio artistico esposto potrà farlo di persona, dal 14 al 19 giugno, prenotando una visita guidata alla casa d’aste. Per i meno fortunati che non potessero programmare un viaggio a New York, è possibile effettuare un tour virtuale dell’esposizione o sfogliarne il catalogo.

Quali cimeli verranno posti all’incanto? Nel video che potete visionare qui sotto, lo stesso artista ci parla della 12 corde usata per scrivere “Wish You Were Here”, della Fender Stratocaster soprannominata “Black Strat” che Gilmour utilizzò dal 1973 fino a metà degli anni ’80 e della Strat con parti in oro donatagli dallo stesso Leo Fender e recante il numero di catalogo 0001, adoperata per le parti ritmiche di “Another Brick in the Wall, Pt. 2”.

Come lo stesso Gilmour afferma, “These guitars have given so much to me, and it’s time for them to move on to other people who hopefully will find joy and perhaps create something new.” (“Queste chitarre mi hanno dato tanto, ed è ora che passino ad altre persone che si spera possano goderne e magari creare qualcosa di nuovo.”).

Commenta Via Facebook