Registrare a costo zero (o quasi) a casa!

Come trasformare la tua stanza in uno studio (quasi) professionale: l’insonorizzazione

Uno studio di registrazione professionale può essere molto costoso, e non tutti se lo possono permettere; a volte, specie per chi inizia a provare  registrare, può essere proficuo (e molto meno dispendioso) allestire un piccolo studio in casa per realizare demo e provini. Vediamo insieme qualche consiglio pratico!

Il primo passaggio importante, che analizziamo oggi, è quello di cercare di disturbare il meno possibile i vicini di casa, e allestire quindi uno spazio che sia quanto più acusticamente isolato possibile.

1) La porta

Il suono passa attraverso interstizi e fessure; dovete quindi cercarli e chiuderli quanto più possibile. Iniziate dalla porta: potete acquistare dei paraspifferi di gomma, facili da applicare, che elimineranno tutte le fessure.


2) Finestre

Controllate se le finestre presentano buchi nel telaio, oppure se ci sono dei buchi nei punti in cui il vetro si incastra nel telaio; spesso le finestre vecchie hanno degli interstizi in entrambi i casi, che potete chiudere con del mastice per pareti nel primo caso, e con del silicone per vetro nel secondo. Potete poi costruirvi dei pannelli con del materiale di scarto (polistirolo, per esempio) a misura, con cui chiudere tutto il vano finestra (magari non fissi, ma che potete rimuovere quando non dovete usare la stanza per registrare). Potete coprire il tutto con delle belle tende pesanti e fonoassorbenti.

3) Pareti

Possiamo acquistare dei pannelli fonoassorbenti da mettere alle pareti; il loro scopo è quello di smorzare il suono, rendendo anche più vivibile la stanza; sono molto efficaci e non hanno un costo eccessivo. Per evitare di distruggere i muri potete incollare i pannelli fonoassorbenti su pannelli su fogli di cartone o strisce di legno, e poi agganciare queste al muro.

4) Pavimento

La soluzione migliore sarebbe costruire un pavimento galleggiante, almeno per i punti dove appoggerete amplificatori e monitor; il sistema meno dispendioso è quello di mettere dei copertoni vecchi sul pavimento e costruirgli una gabbia di legno intorno su cui appoggiare le varie cose; se questo fosse troppo complicato potete ricorrere a dei tappeti spessi.

5) Pannelli mobili

Infine se siete dei bravi bricoleur potete provare a costruire dei pannelli fonoassorbenti mobili, come spiega questo video: buon lavoro!

Leggi anche:

Cinque consigli per registrare un demo

Microfoni economici per registrare

 

Commenta Via Facebook

You May Also Like