Quando Steven Tyler degli Aerosmith non riconobbe una sua canzone

Oggi nel rock, Steven Tyler, Aerosmith, Classic Rock, Stone Music, 26 marzo

È senza dubbio una delle canzoni più belle degli Aerosmith ma una volta Steven Tyler non la riconobbe...

Nato Steven Victor Tallarico (ebbene sì, le sue origini sono italiane, crotonesi in particolare), soprannominato "Demone Urlante". Comunque lo si chiami, il frontman degli Aerosmith è considerato a oggi uno dei cantanti più emblematici della musica rock, un personaggio carismatico abilissimo nel conquistare, tra una performance e l'altra, un po' tutte le generazioni.

Addirittura, in occasione degli International Music Awards del 2015, Tyler è stato riconosciuto come l'icona musicale più imponente di sempre.

Chi non si è mai innamorato ascoltando la celebre I Don't Want to Miss a Thing?, oppure, aspirante musicista, non si è mai esercitato alla chitarra eseguendo il riff di Walk This Way? O ancora, chi non ricorda tra le lacrime l'intensità della power ballad Dream on

Proprio alla splendida Dream on si lega l'episodio che vogliamo ricordare.

Steven Tyler non ha mai tenuto nascosti al proprio pubblico gli aspetti più bui della sua vita privata, in particolare il suo trascorso da tossicodipendente. C'erano giorni di tranquillità, di stadi pieni, performance incredibili e sobrietà, e giorni di sesso, droga, rock 'n' roll. Oltre a una massiccia dose di alcool.

Il 10 giugno del 1993 era uno di quei giorni. Gli Aerosmith avevano suonato la sera prima e tutto sembrava andare per il meglio. Ma accadde l'impensabile. Seduti sui sedili del minibus su cui stavano viaggiando, Joe Perry e Steven Tyler sentirono la radio trasmettere una ballad meravigliosa.

Hey Joe, questo pezzo è incredibile, dovremmo farne una cover e trasformarlo in qualcosa di Aerosmith al cento per cento.

Così suggerì Tyler all'amico chitarrista nonchè suo toxic twin, talmente assorto nei suoi pensieri da non prestatgli nemmeno attenzione. Dal fondo del pullmino si alzò allora la voce del bassista Tom Hamilton:

Steven chiudi quella bocca. Ragazzi, quello è già un nostro pezzo, si chiama Dream on, lo suoniamo ogni sera e ieri l’hai cantata con un’intensità che avevo sentito poche volte. Cose da vecchio Steve.

Cosa direbbe oggi Steven Tyler, ripensando a quei momenti? Probabilmente ci riderebbe sopra, forse ci scriverebbe un altro brano.

You May Also Like