Pearl Jam: guarda il video di “Jeremy” senza censura

pearl jam

Dopo 28 anni dall'uscita del loro celebre brano Jeremy, i Pearl Jam pubblicano la versione originale del loro video, senza censure. Guardalo qui.

Non c'è dubbio: Jeremy è sicuramente una delle canzoni più toccanti di tutta la carriera del gruppo musicale di Seattle. Sesta traccia dell'opera d'esordio dei Pearl Jam, TEN (leggi qua la nostra recensione dell'ultimo album della band, GIGATON), il brano racconta la storia di un adolescente di nome Jeremy Delle, che si sparò davanti ai suoi compagni di classe e alla sua insegnante a Richardson, in Texas, la mattina dell'8 gennaio 1991.

Eddie Vedder dichiarò all'epoca di essersi ispirato sia alla vicenda di Jeremy, sia a quella di un suo conoscente, tale Brian, che fece fuoco con una pistola in una sala oceanografica.

Jeremy, pubblicata come singolo, si guadagnò una nomination ai Grammy Awards per le categorie Best Rock Song e Best Hard Rock Performance nel 1993. Vinse inoltre quattro premi agli MTV Video Music Awards per il suo video.

Ebbene, nella clip pubblicata nel 1992, il suicidio del giovane è solo insinuato. Il video, opportunamente censurato da MTV e VH1 per il suo contenuto violento, raccontava con schizzi, scritte e disegni la morte di Jeremy, senza però mostrare esplicitamente la scena dello sparo. La clip si concludeva infatti con un primo piano del volto del ragazzo, un flash, e una panoramica dei compagni di classe, rappresentati terrorizzati e sporchi di sangue.

In questi giorni, è stato pubblicata la versione senza censure, come girata originariamente, del video musicale, in cui si vede l'attore che interpreta Jeremy, Trevor Wilson, mentre si mette la pistola in bocca. La band ha dichiarato così:

L’aumento della violenza armata dal debutto di Jeremy è sbalorditivo. Abbiamo rilasciato la versione senza censura del video, che nel 1992 non era disponibile a causa delle leggi sulla censura televisiva.

Il gruppo ha motivato la decisione di rendere disponibile il video originale anche alla luce dei recenti avvenimenti a Minneapolis (qua l'opinione di Bruce Springsteen a riguardo):

Gli eventi della scorsa settimana hanno sottolineato l'importanza di questo problema e ci ricordano che i neri americani hanno dieci volte più probabilità dei bianchi americani di morire assassinati da un colpo di arma da fuoco.

Guardalo qui il video senza censure:

Commenta Via Facebook

You May Also Like