Pete Gill: da fan a batterista dei Motörhead

motorhead

Pete Gill rimase legato ai Motörhead solo per tre anni, ma i segni che lasciò sono ancora oggi ben visibili. Ecco come Gill, da fan della band, ne diventò un membro.

Prima di entrare a far parte della band heavy metal londinese, Pete Gill militò per diversi anni nei Son of a Bitch, poi diventati Saxon (ve ne abbiamo parlato in questo articolo). Fu un incidente inaspettato a mettere fine alla sua carriera nella band britannica: un infortunio a una mano non gli permise di esibirsi per diverse settimane. Gill intraprese così un percorso di fisioterapia. Poi, quando riuscì a suonare di nuovo, pare che gli altri membri della band non volessero farlo tornare.

Così, Gill si vide costretto ad abbandonare il tanto amato ruolo di batterista heavy metal che aveva ricoperto per molto tempo ostentando con orgoglio diverse magliette del merchandising dei Motörhead e del loro membro fondatore, Lemmy Kilmister. I Saxon, del resto, avevano già lavorato con i Motörhead come band di supporto durante un tour. Proprio nel corso di quel tour, Gill aveva avuto l'opportunità di conoscere meglio Lemmy scoprendo che i due si trovavano d'accordo su moltissime cose.

Chi l'avrebbe mai detto che solo qualche anno più tardi i due avrebbero lavorato fianco a fianco come colleghi?

Era la primavera del 1984 quando Gill conobbe per caso a Cardiff quello che sarebbe di lì a poco diventato il chitarrista dei MotörheadPhil Campbell (leggi qua il suo nuovo progetto). Fu proprio questo incontro fortunato a favorire l'entrata di Gill nella band. 

Gill iniziò così a collaborare con i Motörhead durante i loro concerti in giro per il mondo e presto li affiancò anche in sala di registrazione con NO REMORSE, una raccolta del 1984 contenente anche quattro nuovi brani. Uno di questi, Locomotive, ha un posto speciale nel cuore di Gill perché gli permise ai tempi di mostrare la propria abilità come batterista con una doppia grancassa

Circa due anni più tardi, Pete Gill si ritrovò nuovamente in studio di registrazione con la band per ORGASMATRON (1986), album cult contenente diverse hit come il singolo Deaf Forever. Nonostante gli apprezzamenti da parte della critica, però, i membri del gruppo non si mostrarono del tutto contenti del lavoro fatto per ORGASMATRON.

Ecco un piccolo estratto da un'intervista a Pete Gill a riguardo: 

Il nostro management (ricordiamo che l'album fu il primo della band dopo lo switch all'etichetta GWR) ci portò un produttore con un grande curriculum, aveva lavorato con David Bowie e Iggy Pop. Ha fatto un lavoro magnifico su "Orgasmatron", la canzone, ma il resto dell'album non è andato benissimo in termini di produzione. Sono stati usati troppi effetti non necessari e non suonava affatto come i lavori che avevamo registrato in passato. Sfortunatamente, per via di limitazioni temporali, l'etichetta voleva che lo pubblicassimo e venne mixato mentre noi eravamo in tour in America. Quindi ci dissero che non avevamo scelta. Amo le canzoni dell'album ma odio la produzione, così come tutti gli altri membri del gruppo.

Purtroppo, ORGASMATRON segnò anche la fine della collaborazione di Gill con i Motörhead nonostante i motivi dell'abbandono della band da parte del batterista siano sempre stati piuttosto confusi. Alcune fonti dicono che sia stato Lemmy stesso a licenziare Gill, mentre altre riportano un allontanamento volontario da parte di Gill per via di dissidi interni.

In ogni caso, più di trent'anni dopo la pubblicazione di ORGASMATRON, possiamo essere certi del fatto che il lavoro di Gill non sia passato per nulla inosservato

You May Also Like