Freddie Mercury e quell’amicizia speciale con Lady Diana

Freddie mercury

Il 24 novembre 1991 ci lasciava una delle stelle più luminose del rock, la cui aura musicale ed estetica conquistò tutti... amici, colleghi, ammiratori e anche una principessa! Scopriamo di più sulla storica amicizia tra Freddie e Lady D. 

Negli anni Ottanta, l'AIDS colpiva milioni di vittime, ma non tutti percepivano con acutezza e sensibilità la terribile malattia. Fu Lady Diana una delle prime personalità pubbliche a mostrare al mondo il problema e a investire per la sua cura. La giovane ragazza di Sandringham aveva sposato nel 1981 il Principe Carlo, in un matrimonio controverso che sarebbe durato fino al 1996. E Lady D era amata da tutti, con quell'eterno sorriso e la voglia di fare del bene che aveva conquistato un'intera generazione.

Nel 1987, poi, diventò un'icona della comunità LGBT+, anche grazie all'amicizia di influenti personalità artistiche come George Michael, Gianni Versace e Freddie Mercury. Proprio quest'ultimo, dal 1989, combatteva con la malattia che lo avrebbe condotto alla prematura morte nel 1991. All'inizio, nessuno sapeva nulla. Lo si vedeva per strada smagrito e si sentiva la sua mancanza dalle scene, ma fu solo il 22 novembre 1991 che l'artista dichiarò pubblicamente di aver contratto l'HIV e di essere malato di AIDS. Nelle 24 ore che seguirono gli amici non lo abbandonarono mai, quasi sperando di non dover dire addio a una delle più amate stelle del rock. 

E poi c'è quell'ultimo brano che ha lasciato alla musica, These Are The Days Of Our Livessei mesi prima di morire. 

Ma noi vogliamo ricordare Freddie nel 1988, un anno prima che la malattia lo attanagliasse. In particolare, ci fu una sera che l'artista condivise con Lady Diana e che, tra leggenda e realtà, sarebbe rimasta nella Storia. Quel giorno, Freddie e Lady D si trovarono a casa di un amico comune, il comico Kenny Everett, insieme all'attrice e comica Cleo Rocos che, anni dopo, avrebbe reso pubblica questa storia. Mentre guardavano la serie preferita di Diana, Golden Yearsincominciarono a ridere e scherzare, finché la serata sfociò in un locale, il Royal Vauxhall.

Diana era curiosa, ma al tempo stesso impaurita di poter essere riconosciuta. Tuttavia, alla fine si convinse ad andare. Gli amici la travestirono da uomo con giacca militare, occhiali da sole a goccia e un cappellino di cuoio. E, nell'euforia della serata, nessuno si accorse di avere sotto gli occhi la principessa del Galles. Anche se il gruppo rimase solo mezz'ora nel locale, la serata fu indimenticabile, piena di euforia ed eccitazione, tanto che l'amicizia tra Freddie e Diana continuò gli anni a seguire. 

Quando poi Lady D venne a sapere della morte di Freddie decise di porsi come ambasciatrice della National AIDS Trust.

Proprio lei che, già nel 1987, era stata la prima a richiedere una sezione apposita in ospedale per la cura della malattia. Così, sembrava quasi destino che i due si conoscessero, dopo che Freddie aveva reso la Regina e lo stemma reale i simboli dei Queen. E ancora oggi quella serata, avvolta nel mistero e nei ricordi di coloro che la vissero, rimane una speciale testimonianza di un'eterna amicizia.

You May Also Like