David Bowie, Ringo Starr, Jon Bon Jovi: 15 artisti che non si chiamano così

Alcuni nomi d'arte si riconoscono al volo, altri forse non ce li aspettavamo. Resta indubbio che una vasta collezione di musicisti rock ha fatto dello pseudonimo una firma inconfondibile, tanto da non riuscire a immaginarli con il loro nome all'anagrafe. Scopriamone 15. 

Elton John 

Dal Middlesex di Reginald Kenneth Dwight ai grandi palchi internazionali come Elton John, il passo è leggendario. Così il 7 gennaio 1972, all'età di 25 anni, Elton rinacque come una fenice con il suo nuovo nome d'arte, glam, patinato e immortale. Una crasi tra il sassofonista Elton Dean e il cantante e chitarrista blues Long John Baldry. 

Elton JOhn, Anton Dolin, New York Times, The Guardian, Variety, Bohemian Rhapsody, Popular, stonemusic.it
Alice Cooper

Il leader dello shock rock, frontman di incendiari gruppi come gli Hollywood Vampires e e i The Spiders, non può non avere un nome ad hoc. Così Vincent Damon Furnier diventa Alice Cooper e Detroit si inchina al suo nuovo, stregonesco, interprete. Il nome potrebbe essere un'invenzione al momento di Cooper o un richiamo a una strega di Salem del XVII secolo

Gene Simmons 

Il nome del bassista dei KISS è di certo più sobrio della sua maschera performativa, ma non è originale. Gene Simmons nasce infatti a Isarele nel 1949 come Chaim Witz, ma durante l'adolescenza, dopo l'abbandono del padre, diventa Eugene - Gene - Klein, con il cognome materno. Da qui la sua firma artistica, un omaggio al cantautore rockabilly Jumpin' Gene Simmons

Gene-Simmons-of-Kiss
Ringo Starr

L'eclettico batterista dei Beatles conia il suo nome d'arte prima dell'esperienza con i Fab Four, quando ancora suonava con i Rory Storm. Qui Richard Starkley divenne Ringo Starr da un connubio simbolico. Ringo è infatti legato alla ricca quantità di anelli che indossava, mentre Starr per annunciarlo come stella al momento dell'assolo di batteria.

ringo starr
Steven Tyler 

Per il turbolento frontman degli Aerosmith il passaggio dall'anagrafe alla firma artistica è più immediato. Così Steven Tyler nasce Steven Victor Tallarico, figlio d'arte di un musicista di origini italiane, Giorgio Tallarico. Da una piccola modifica del cognome nasce la leggenda. 

Oggi nel rock, Steven Tyler, Aerosmith, Classic Rock, Stone Music, 26 marzo
Billy Idol 

Il punk rocker londinese non ci soprende solo per la sua verve performativa, ma anche per il suo nome riconoscibile tra mille. Questo pone le sue basi in epoca scolastica, quando William Michael Albert Broad venne ammonito da un professore con la frase William is idle (William è un nullafacente)L'aggettivo però si pronuncia come idol e, unito a un affettuoso troncamento del nome, sancì una rivalsa.  

David Bowie

Al Duca Bianco la nascita impose invece il nome di David Robert Jones, che però il musicista volle subito cambiare per l'omonima con Davy Jones, frontman della celebre band losangelina dei Monkees. Così mantenne il suo nome e scelse Bowie in omaggio ai coltelli di Jim Bowie, per recidere qualunque legame con le bugie e le falsità.  

Nikki Sixx

Una band così infuocata e scapestrata come i Mötley Crüe non può che avere un fondatore alla sua altezza. Il suo nome non poteva quindi restare Franklin Ferranna Jr., anche per il controverso rapporto con il padre. Così divenne prima Nikki London - in omaggio alla sua prima band, i London - e poi Nikki Sixx. Il motivo? Era il nome del fidanzato cornificato della ragazza con cui usciva. 

Nikki-Sixx2
Sid Vicious

Poteva mancare nella nostra selezione Sid Vicious? Certo che no, dato che l'inusuale nome d'arte dell'ex bassista dei Sex Pistols ha un'origine particolare. Quando lo conobbe John Lyndon - aka Johnny Rotten - nel 1975, il musicista si chiamava John Simon Ritchie. Fu Lyndon a dargli il soprannome, riprendendo il nome del criceto di Simon, Sid, da Johnny considerato malavagio, in inglese vicious.

Bob Dylan 

La trasformazione da Robert Zimmerman a Bob Dylan ha un che di misterioso. Da quando il menestrello di Duluth ha reso ufficiale il suo nuovo nome del 1962, si è subito pensato fosse un omaggio al poeta gallese Dylan Thomas. Ipotesi smentita dallo stesso Dylan, che ha affermato come la scelta sia stata frutto casuale della sua immaginazione. 

bob dylan
Jon Bon Jovi 

L'evoluzione artistica del biondo cantante del New Jersey ha invece un andamento più lineare, assimilabile a quello di Steven Tyler. Il leader dei Bon Jovi viene dunque registrato all'anagrafe nel 1962 come John Francis Bongiovi Jr. Con una variazione stilistica e rock di nome e cognome, nasce quello che tutti conosciamo come Jon Bon Jovi. 

Marilyn Manson

Togliendo la patina di trucco alla figura pittoresca e demoniaca di Marilyn Manson troviamo Brian Hugh Warner. Un uomo dal passato difficile e turbolento, che diede alla sua immagine un marchio eterno. Questo nasce dall'unione di due nomi storici e intinti nell'immaginario pop in modi differenti: l'attrice e cantante Marilyn Monroe e il serial killer della Famiglia Charles Manson.

marilyn_manson
Freddie Mercury 

Accanto a Manson, anche la storia del nome d'arte di Freddie Mercury è tra le più conosciute. Le origini indiane dello spettacolare cantautore gli attribuiscono il nome di Farrokh Bulsara. Sin da piccolo, però, il suo soprannome è Freddie, dall'anglicizzato Frederick. Il cognome Mercury deriva invece da un omaggio a Mercurio (Hermes), messaggero degli dei. 

Queen, VH1, Freddie Mercury, Stonemusic
Iggy Pop

Il pirotecnico cantante degli Stooges inizia invece la sua carriera come batterista nella band Iguanas. Per questo motivo da James Newell Osterberg Jr. conquista il nome di Iggy Pop, come vezzeggiativo del nome dell'animale. E oggi, guardando il performer tra sinuose movenze sul palco, non potremmo immaginarlo con altro nome. 

Axl Rose 

Chiudiamo in bellezza con il tanto amato e odiato frontman dei Guns N' Roses. Questo acquisì il cognome Rose in età adulta, riprendendolo dal padre che abbandonò la madre diciottenne. Inizialmente si pensava che la firma Axl Rose fosse un gioco di parole per Oral Sexma in seguito si rivelò essere il nome di una delle prime band del cantante. 

You May Also Like