10 gruppi punk brillanti che avrebbero meritato più successo

Punk Band sconosciute
Foto di antiwarsongs.org

Come in ogni genere, anche il punk presenta alcune gemme nascoste, band meno conosciute che avrebbero meritato più visibilità. 

Quando si parla di punk rock viene spontaneo pensare a band che hanno fatto la storia come i Sex Pistols, i Clash o i Ramones e, ancora, nei decenni successivi, i capostipiti del pop punk come Green Day e Blink-182. Insomma, gli annali della musica sono ricchissimi di manifesti punk anticonformisti. Il genere, libera valvola di sfogo antisociale, raccolse milioni di consensi, affermandosi come un fenomeno giovanile molto radicato nel tessuto di molte nazioni a partire dagli anni '70. Ovviamente, la notorietà a cui il punk fu esposto non si riflesse su tutti i gruppi e artisti che aderirono alla corrente, sfavorendone molti. In questa classifica, vi presentiamo alcuni tra i gruppi punk più brillanti rimasti purtroppo sconosciuti.

The Vibrators

Apriamo la nostra classifica dei miglior gruppi Punk poco conosciuti con i Vibrators. La band si formò nel 1976 e, dopo un solo anno di gavetta, arrivò a firmare un contratto discografico con la Epic. In poco tempo, la band riuscì a chiudere un album che in men che non si dica arrivò in Top 30. Automatic Lover è il loro brano più famoso che, al tempo, raggiunse la Top 40 dei singoli. Ad oggi, i Vibrators continuano a suonare insieme, nonostante siano passati quarant'anni dal loro esordio e non siano mai realmente riusciti a raggiungere la stratosfera. 

U.K. Subs

Ancora oggi attivi, gli U.K. Subs si formarono nel 1976. Da allora, il gruppo ha rilasciato ben 22 album. Nel corso di quasi cinquant'anni di carriera, gli U.K. Subs hanno avuto solo due album in Top 20 nei primi anni '80. In ogni caso, la band gode, tutt'oggi, di una fanbase discreta che, nel tempo, non si è allontanata dal loro sound. Gli U.K. Subs sono una band molto valida, basti pensare che una delle loro canzoni, Down On The Farm, sia stata reinterpretata dai Guns N'Roses e inclusa in THE SPAGHETTI INCIDENT, loro album di cover del 1993. 

Anti-Flag 

Gli Anti-Flag sono una delle band maggiormente riconosciute nella scena punk underground statunitense. Il loro sound veloce e aggressivo fa da efficacissimo tramite a testi di denuncia sociale particolarmente incisivi. Ne sono un esempio lampante brani come The Press Corpse e This Is The End. Negli Stati Uniti, gli Anti-Flag godono di una notorietà non indifferente. Al di fuori della scena di riferimento, però, non sono riconosciuti come meriterebbero, fatto salvo un breve capolino nel panorama mainstream dei primi anni 2000. 

Eddie & The Hot Rods

Gli Eddie & The Hot Rods hanno rappresentato una colonna portante del punk britannico sin dai loro esordi nel 1975. Il gruppo si sciolse per un anno, dal 1985 al 1986, salvo poi tornare insieme fino al 2019; anno in cui, l'improvvisa morte del frontman, Barrie Masters, sessantatreenne, portò alla divisione definitiva della band, ormai segnata dalla tragedia. Gli Eddie & The Hot Rods hanno goduto di un discreto successo nei primi anni di carriera, con uno dei loro album più famosi, LIFE ON THE LINE, che arrivò al numero 27 della Top inglese. 

Stiff Little Fingers 

Tra le band punk meno conosciute che avrebbero meritato palcoscenici migliori, spiccano sicuramente gli Stiff Little Fingers che nella seconda metà degli anni '70 conquistarono non pochi consensi. Il singolo di debutto della band di Belfast, Suspect Device, venne suonato durante le leggendarie trasmissioni del Disc Jockey John Peel. Il DJ amò talmente il pezzo da riprodurlo due volte di fila. Per oltre quarant'anni, poi, gli Stiff Little Fingers hanno continuato a produrre musica e suonare in giro, rilasciando altre hit come Alternative Ulster, Fly The Flag, Tin Soldiers e Nobodies Hero, senza mai ottenere una vetrina internazionale di grandi proporzioni. 

The Descendents 

Formatisi nel 1977, i Descendents continuano a suonare insieme. Il gruppo si è sciolto diverse volte nel corso del tempo, ma mai a causa di attriti di sorta tra i membri della band. Pare, infatti, che il cantante abbia desiderato proseguire gli studi e laurearsi in biologia all'Università di San Diego. Successivamente, sarebbe diventato un ricercatore di successo. Nel tempo libero, in ogni caso, Aukerman continua a perseguire i suoi sogni di Punk Rocker insieme alla band con cui tutto è iniziato. 

MxPx 

Gli MxPx sono ancora insieme dopo trent'anni di militanza sulla scena punk. La band esordì quando i suoi membri avevano appena quindici anni e continua a produrre musica e rilasciare album con la line up originale. Il loro è un sound decisamente energico, ma sicuramente catchy ed in linea con i canoni del punk più moderno. 

No use for a Name 

Negli anni '90, i No Use For A Name erano una delle band di punta nella scena di riferimento statunitense. Regolarmente inclusi nel Warped Tour, i No Use For A Name affrontarono la morte del loro cantante nel 2011, sciogliendosi subito dopo. A causa del loro abbandono delle scene, i No Use For A Name sono, ingiustamente, finiti nel dimenticatoio, nonostante abbiano rilasciato alcuni tra i migliori brani del Punk Moderno. Basti pensare che il chitarrista solista dei Foo Fighters, Chris Shiflett, era un membro della band. 

Zebrahead 

Gli Zebrahead si formarono nel 1996 e, ad oggi, contano all'attivo ben 13 album. Il gruppo ha dalla sua uno spettro d'influenze particolarmente variegato che oscilla dal Punk alla Ska, fino ad arrivare alla musica Rap. Gli Zebrahead raggiunsero un discreto successo nel corso degli anni grazie a brani come Anthem ed Hell Yeah. La band è, comunque, maggiormente apprezzata in Giappone dove si esibisce in tour regolarmente. Il loro approccio eclettico li rende un esempio unico di Punk Band. 

Siouxsie And The Banshees 

Tra le migliori Punk Band meno conosciute, citiamo i Siouxsie And The Banshees, gruppo che ha goduto di una carriera ventennale, militando nella scena dal 1976 al 1996, con una serie di hit all'attivo come Hong Kong Gardens, Dear Prudence e The Passenger. Tra i membri fondatori della band citiamo il leggendario, sregolato, bassista dei Sex Pistols, Sid Vicious che, nella band in oggetto, suonava la batteria. I Siouxsie And The Banshees furono una band importantissima per la corrente Post Punk. Quando il movimento perse in popolarità, però, il gruppo venne presto obliato. 

You May Also Like