I King Crimson sono finiti? Gavin Harrison non ne è così sicuro

King Crimson, tour, italiano, 2019, Prog, Stonemusic

Gavin Harrison si è recentemente espresso sul futuro dei King Crimson, rivelando non poche difficoltà nel rispondere.

Un commento criptico, che ha destato clamore tra gli appassionati, fatto da Robert Fripp al tramonto del tour nipponico della band, lo scorso dicembre, ha lasciato pensare che i King Crimson fossero arrivati al capolinea. Il chitarrista si espresse, infatti, in questo modo: "Un momento significativo per i King Crimson, mossi dal suono al silenzio". Il tour stesso, del resto, ha preso il nome di "Completion Tour". L'opinione di Harrison sulla questione, però, ha riacceso le speranze degli aficionados. Le vediamo di seguito.

Le parole del batterista

Intervistato da Metal Injection, Gavin Harrison ha dichiarato quanto segue riguardo la sua personale analisi delle parole del collega:

Robert vede le cose in modo diverso rispetto alle persone normali. Tende a focalizzarsi su modi davvero interessanti di fare le cose. La band si divise alla fine del 2008. Non sentii Robert fino al 2013. Poi mi disse di avere una nuova idea, un progetto tra le mani da affidare alla band. Avrebbe incluso tre batteristi sul palco e il resto del gruppo dietro di loro. Riusciva a vedere tutto nella sua mente. Quest'idea è andata avanti fino al 2021.

Successivamente, il batterista ha aggiunto:

Il suo messaggio non significa necessariamente che sia finita. Vuole semplicemente dire che abbiamo raggiunto i nostri obiettivi, che quel progetto fosse completato. Ora, se dovesse aver bisogno di una nuova versione di esso, o abbia bisogno di tornare o che dei nuovi King Crimson entreranno in scena o che i King Crimson non torneranno mai più, tutto è possibile. Non è nello stile di Robert annunciare così la fine della band.

Andando avanti con il colloquio e fornendo una risposta definitiva alla domanda, Harrison ha concluso:

Non ho mai saputo quale fosse stata la vera ultima volta dei King Crimson. Sapevo soltanto che, quando eravamo lì, non avevamo altri piani per il 2021. Solitamente abbiamo programmi stabiliti per 18 mesi e anche di più. Ma quella volta Robert disse che la band avesse raggiunto lo stato di completamento. I King Crimson, comunque, sono sempre stati i King Crimson, nonostante non abbiano sempre avuto gli stessi membri in formazione. Si tratta di un modo idealizzato di vivere una band, qualcosa che non ho mai vissuto prima. La maggior parte dei gruppi sono in bianco e nero: si è spenti o si è accesi, si è finiti o agli inizi.

You May Also Like