Il party più oltraggioso dei QUEEN, raccontato da chi c’era…

Fonte: Loudersound, di 

Era il 31 ottobre 1978 e i QUEEN stavano lanciando il loro album Jazz a New Orleans con una festa la cui lista degli invitati comprendeva 80 giornalisti arrivati ​​da tutto il mondo e 52 manager della EMI. 

Lo champagne scorreva a fiumi, le coppiette si accoppiavano sotto i tavoli, e l'intrattenimento comprendeva nani ricoperti di carne, spogliarelliste transgender e una donna che fumava sigarette attraverso un improbabile orifizio.

[...] Bob Hart (Responsabile delle PR aziendali, EMI): Il Fairmont era un hotel pulito e moderno, ma con gli alberi finiva per sembrare una foresta scheletrica. Aveva una specie di atmosfera lugubre. 

Tony Brainsby (pubblicista dei Queen) : Masse di rampicanti appesi e inquietanti, fumo di ghiaccio secco e serpenti... 

Bob Gibson : I Queen volevano molta gente di strada. Ricordo che ai tempi c'era molta perversione sessuale underground a New Orleans, cosa che sembrava piacere a Freddie. Abbiamo tenuto i casting per un periodo di tre o quattro giorni e abbiamo assunto un totale di 60 o 70 artisti. Si è presentato ogni tipo di persona, ma abbiamo dovuto tracciare un limite nel momento un cui ragazzo ha preso a morsi la testa di alcuni polli vivi. Molti bar di Bourbon Street dovettero chiudere la sera della festa perché avevamo preso tutti i loro entretainer. 

Sylvie Simmons (corrispondente dagli Stati Uniti, Sounds ) : Sono stata a questa grandiosa sala al Fairmont, dove la prima cosa che ho visto è stata una bottiglia di champagne in un grande secchio d'acciaio, sormontata da una splendida maschera per gli occhi piumata e ricoperta di paillettes da indossare alla festa. Ricordo di essere entrata nella sala da ballo dove dovevano esserci 400 o 500 persone. I tavoli erano imbanditi con piramidi di cibo – gamberetti, ostriche, aragoste, tutti i tipi di carne – come un bizzarro banchetto fantasy medievale per un re. Purtroppo essendo vegetariana non ho potuto mangiarne nulla. Quindi il mio apporto calorico doveva essere liquido. 

Mark Mehler (giornalista, Circus) : Poco prima di mezzanotte l'Olympia Brass Band è arrivata marciando per la sala, accompagnata dai Queen. 

Sylvie Simmons : C'erano spogliarelliste e ballerine esotiche di tutte le denominazioni, donne bellissime, uomini bellissimi. Ce n'era per tutti i gusti. C'erano enormi donne nere con braccia che potevano sollevare 100 kg che portavano minuscole infradito ai piedi, e parecchi nani... 

James Henke (giornalista, Rolling Stone) : …E una donna nuda che fumava sigarette dall'inguine. 

Sylvie Simmons : Era un po' come essere in uno strano film di Fellini. Fu versato champagne senza fine e un'esibizione di carne nuda che andò avanti fino al mattino successivo.

Joe Smith (Presidente, Elektra Records) : Era sicuramente una festa di Freddie. Stava testando i limiti di ciò con cui poteva farla franca. E la gente era un po' stordita, perché non c'era mai stato niente di simile. 

Freddie Mercury : Volevamo che l'atmosfera avesse lo stesso brio sensuale del quartiere francese...

Freddie Mercury: "Volevamo che l'atmosfera avesse lo stesso brio sensuale del quartiere francese" (Credito immagine: archivio Michael Ochs) via LOUDERSOUND

Brian May : È stato deliberatamente eccessivo. In parte per il nostro divertimento, in parte per quello degli amici, in parte perché è entusiasmante per quelli delle case discografiche – e in parte per il gusto di farlo. 

Bob Gibson : I rappresentanti delle etichette giapponesi e sudamericane sono rimasti stupiti da tutte queste donne, o uomini, o qualsiasi altra cosa nuda. Così Jim Beach e io prendemmo ogni dollaro dell'hotel e tornammo nella sala da ballo con un sacco di soldi, che distribuimmo in modo che la gente potesse fare la cosa tradizionale di mettere i soldi nei perizomi. 

Peter Hince (capo troupe, Queen): Essendo parte della troupe, dovevamo finire di sistemare l'equipaggiamento dopo il concerto, dunque siamo arrivati a metà della festa. Era difficile capire cosa stesse succedendo, c'era solo questa mischia, e ti facevi strada tra la folla e all'improvviso ti imbattevi in ​​donne aggrovigliate con serpenti, o giocolieri, transessuali, tutti i tipi di atti estremi. Tutto stava accadendo allo stesso tempo. Fred firmava i sederi di ragazze nude. 

Bob Hart : C'erano molti nani che passeggiavano ma non, come vuole la leggenda, con vassoi di cocaina in testa. La cosa non sarebbe andata bene a tutti quei dirigenti della EMI. 

Peter Hince : Non ho dubbi che alla festa ci fossero narcotici, ma vassoi di cocaina erano delle vere e proprie stronzate. La gente li avrebbe ripuliti in 10 secondi. 

Roger Taylor : Non è mai successo. Beh, non l'ho mai visto... In realtà, avrebbe potuto essere vero. 

Peter Hince : Tra le pile e pile di cibo sui tavoli, c'era questo enorme mucchio di carne. Ma quando andavi a staccarne una fetta, da sotto usciva un nano. Poi tornava dentro e aspettava la persona successiva. Ricordo alcuni di noi della troupe seduti con tutte queste ragazze che passavano, poi questa bionda è arrivata e si è seduta sulle mie ginocchia, e ho pensato: “Uff! Va bene! Eccoci qua, rock'n'roll." E stava diventando piuttosto affettuosa, mettendomi la lingua nell'orecchio, quando uno dei nostri ragazzi si avvicinò e disse: “È un ragazzo! È un uomo, te lo assicuro." Erano molto convincenti.

 

Fonte: Loudersound, di 

 

Cosa ne pensi? Faccelo sapere nei commenti, o sulle pagine Instagram e Facebook!

Rimani sempre sul pezzo, leggi Classic RockProg e Vinile, abbonati online o acquista la tua copia nelle migliori cartolibrerie.

Classic Rock Italia

Classic Rock Staff

Share
Published by
Classic Rock Italia

Recent Posts

Febbraio 1971: la nuova stella della poesia rock, PATTI SMITH

Patti Smith fece la sua prima apparizione pubblica a New York, con la lettura di…

17 ore ago

L’ascesa e caduta del dimenticato gustar hero, JAKE E LEE

Dopo i giorni di gloria come braccio destro di Ozzy Osbourne negli anni '80 e…

1 giorno ago

BEATLES: la rivoluzione musicale

Come hanno fatto i Beatles ha cambiare il volto della musica mondiale? Lo abbiamo sentito…

2 giorni ago

Quando Bruce Dickinson mandò due mattoni a Blaze Bayley | Classic Rock

Bruce Dickinson si disse sorpreso nei confronti dell'ingresso di Blaze Bayley negli Iron Maiden in…

3 giorni ago

THE PRETTY RECKLESS: la nascita di un brano

La cantante dei Pretty Reckless, Taylor Momsen, e il chitarrista Ben Phillips intervistati dal veterano…

3 giorni ago

“L’universo” di BRANDO MADONIA

È uscito il nuovo singolo "L'universo" di BRANDO MADONIA, figlio d’arte del celebre autore e musicista Luca Madonia,…

4 giorni ago

This website uses cookies.