Kanye West cambia nome e elogia Trump

Prendete Kanye West, aggiungeteci il Saturday Night Live condotto da Adam Driver e metteteci pure il famigerato M.A.G.A, il cappello simbolo della campagna elettorale pro-Trump, Make America Great Again e avrete gli ingredienti per una puntata scoppiettante dello show più irriverente della tv americana.  Kanye West, o meglio Ye, come si fa chiamare ora, ha presentato il suo ultimo singolo I Love It, e ha eseguito l’inedito We Got Love in duetto con Teyana Taylor Ghost Town, brano tratto dal suo ultimo lavoro, Ye.

Kanye West e l’elogio a Trump

Proprio sul finire dell’ultimo brano Ghost Town, Ye si è lanciato in un elogio al presidente americano Trump.
La rete televisiva ha deciso di non mandare in onda le parole di Kanye West, ma il discorso è stato sfortunatamente ripreso da Chris Rock, presente in studio e pubblicato immediatamente su Instagram.
Nell’audio, il rapper, ribadisce le sue idee fortemente repubblicane e l’intenzione di candidarsi come Presidente degli Stati Uniti nel 2020.
Ha anche difeso il Presidente dalle accuse di razzismo: «Se avessi saputo che lo era, me ne sarei andato dagli USA molto tempo fa».
Molti non hanno apprezzato le parole del rapper e hanno deciso di abbandonare lo studio televisivo.

 

 

Commenta Via Facebook