Il 25 maggio arriva “Oggetti smarriti”, album di Sergio Caputo con rarità e inediti, anticipato dal singolo “Scrivimi scrivimi”

Mentre compie 35 anni un album di culto come “Un sabato italiano”, il suo autore, Sergio Caputo, si appresta a pubblicare un nuovo disco, piuttosto particolare.
Il cantautore romano ha deciso infatti di riportare alla luce dei brani che che si erano persi qua e là fra un album e l’altro, non usciti come singoli e quindi meno considerati dai media, ma molto amati dal loro autore e dai suoi fan. Da qui il titolo “Oggetti smarriti”, un disco composto da tre inediti (uno del 1978) e otto rifacimenti e che uscirà il 25 maggio.
Come apripista c’è un singolo, “Scrivimi scrivimi”, che è stato composto di recente in attesa di un futuro album interamente di inediti.
Il brano parla dei rapporti umani nella giungla dei “social”, luogo virtuale dove ci si può incontrare fra sconosciuti, ma dove la solitudine è sempre in agguato e nel quale le persone con cui dialoghiamo potrebbero non essere chi dicono di essere o non essere come vogliono sembrare.

Commenta Via Facebook