Claudio Lolli raccoglie tutti i suoi testi nel libro “Disoccupate le strade dai sogni”

Foto ufficio stampa Storie di note

Nel volume, insieme alle parole delle canzoni, le note a margine, le fotografie, tutta la storia di uno dei maggiori cantautori italiani

Dopo 45 anni caratterizzati da album che hanno contribuito alla storia della canzone d’autore, Claudio Lolli ha deciso di riunire in un unico volume tutti i testi delle sue canzoni. Lo ha aiutato in questo lavoro un suo collaboratore storico, il sassofonista Danilo Tomasetta, già con lui nel disco “Ho visto anche degli zingari felici” e di nuovo al suo fianco nell’ultimo disco “Il Grande Freddo”.
Il libro (250 pagine, 16 euro) è edito da Goodfellas e contiene note a margine dello stesso Lolli, insieme a disegni di  Enzo De Giorgi, che ha curato anche la copertina, e fotografie di Eric Toccaceli.

Claudio Lolli, cantautore bolognese classe ’50, è uno dei principali esponenti della canzone d’autore. La sua produzione artistica, interamente documentata nel libro, comincia con l’album “Aspettando Godot” del 1972 e termina con “Il Grande Freddo” del 2017, premiato con la Targa Tenco come miglior album dell’anno. In mezzo altri 14 dischi (senza contare antologie e collaborazioni), tra i quali, per citare quello di maggior successo, “Ho visto anche degli zingari felici”. A latere della produzione musicale, ma non meno importante, c’è stata sempre la scrittura di racconti e di romanzi, come l’ultimo “Lettere matrimoniali” pubblicato nel 2013.

Commenta Via Facebook

You May Also Like