Sting: il suo My Songs tour approda in Italia a luglio

Sting porta in Italia il suo My Songs Tour, per permettere a tutti di cantare i suoi più grandi successi, dai Police a quelli della sua carriera solista.

Il My Songs Tour di Sting torna in Europa e non esclude l’Italia: il 23 luglio 2020 il cantautore sarà al Parco della Cittadella nel festival Parma Città della Musica, all’interno delle celebrazioni di Parma 2020, Capitale italiana della cultura.

Il My Songs Tour è nato per celebrare la lunga carriera di Sting, dagli anni passati nei Police a quella proseguita come solista, con tutte le hit che nel tempo hanno conquistato i suoi fan. Esempi? Englishman in New York, Fields of Gold, Shape of My Heart, Every Breath You Take, Roxanne, Demolition Man, Message in a bottle e tante altre. Con Mr. Sting sul palco ci sarà una band d’eccezione, composta da Dominic Miller (chitarra), Josh Freese (Batteria), Rufus Miller (chitarra), Kevon Webster (tastiere), Shane Sager (armonica) e Melissa Musique e Gene Noble come coristi.

La carriera di Sting non ha mai conosciuto ostacoli e dal 1977, data della formazione dei Police, ha raggiunto soddisfazioni inestimabili: negli anni ha venduto quasi 100 milioni di album (tra album pubblicati con i Police e quelli da solista). Non solo musica, Sting ha anche ricevuto 4 nomination agli Oscar (incluso quella per The Empty Chair nel 2017) ed è da sempre un grande attivista: è famoso per il suo supporto ad organizzazioni per i diritti umani, come la Rainforest Fund, Amnesty International e Live Aid. La Rainforest Fund è stata fondata da Sting insieme alla moglie, Trudie Styler, nel 1989, per proteggere le foreste pluviali del mondo e le popolazioni indigene che ci vivono.

 

You May Also Like