ELVIS IS BACK! il disco che segnò il grande ritorno di Elvis

elvis presley

ELVIS IS BACK!, un grande disco concepito dopo una pausa lunga due anni. Ma perché Elvis fu obbligato a fermarsi?

Il re del rock fu sempre molto dedito al proprio lavoro ma, purtroppo, dovette necessariamente fermarsi per un certo periodo verso il 1958. Al suo ritorno in scena, l'8 aprile del 1960, venne pubblicato l'album ELVIS IS BACK! che risultò essere uno dei migliori dell'intera discografia di Elvis. Si tratta di 12 brani originali, fra cui alcune hit storiche che schizzarono in cima alle classifiche, facendo vendere al disco più di un milione di copie. 

Sono passati esattamente 60 anni da quel momento che segnò la storia della musica statunitense e non solo. Ma cosa portò Elvis a interrompere la propria carriera musicale per circa due anni consecutivi?

Nnel dicembre del 1957, Elvis venne chiamato a svolgere il servizio militare ma la data di inizio del suo mandato venne prorogata per dargli modo di finire il film al quale stava lavorando, La via del male, dove vestiva i panni di uno studente lavoratore e ne interpretava le mille peripezie.

In quel momento, Elvis si trovava all'apice della sua carriera come cantante: era conosciuto in tutti gli Stati Uniti (e oltre) per le sue canzoni e le sue particolari movenze, grazie a cui iniziò a essere chiamato "The Pelvis". La sua carriera come attore, invece, era iniziata da poco ma il giovane Elvis era determinato a portarla avanti parallelamente a quella musicale. 

Ligio al dovere, però, Elvis si presentò all'ufficio di leva di Memphis il 24 maggio 1985, proprio come stabilito, e fu giudicato idoneo e arruolato nell'esercito. Dapprima venne stanziato in Texas mentre, qualche mese più tardi fu inviato a prestare servizio in una base militare americana in Germania. Nonostante i suoi manager si stessero prodigando per mantenere l'attenzione su di lui anche durante i suoi due anni di assenza, Elvis non fece segreto delle sue preoccupazioni riguardo alla propria carriera, messa in pericolo da quella lunga pausa. 

La leva militare fu una grande sfida per il re del rock che, durante gli ultimi mesi, iniziò a vedere una luce in fondo al tunnel e a sperimentare nuovi stili musicali, nuove tecniche vocali e nuovi brani in vista del suo grande rientro in patria. La maturità acquisita durante questa esperienza, inoltre, lo portò a crescere anche a livello musicale, preferendo uno stile che non attirasse più solo ragazzini ma anche un pubblico più adulto.

Il 2 marzo 1960, finalmente, Elvis poté fare ritorno negli States e qualche settimana dopo, precisamente il 20 marzo, iniziò la sua prima sessione di registrazione in uno studio di Nashville da quando era stato arruolato. 

Come anticipato, ELVIS IS BACK! venne pubblicato l'8 aprile 1960 e, sia fan che critica, notarono subito un profondo cambiamento sia nelle sonorità dell'album, considerate più marcatamente pop, che nella voce stessa di Elvis, che aveva giovato dell'allenamento fatto negli ultimi mesi passati in Germania e aveva guadagnato una maggiore profondità

Questo album ha contribuito a formare e direzionare la carriera musicale di Elvis e a renderlo ciò che è sempre stato: una stella della musica internazionale

You May Also Like