20 canzoni iconiche degli anni 2000

Fra nu metal, rock, dance e teen pop. Ecco come sono iniziati gli anni 2000 in musica.

Cosa vi verrebbe in mente se vi dicessimo "musica anni 2000"? Forse qualche nostalgico penserebbe agli strascichi del grunge anni 90 oppure alla musica dance, regina di quel periodo o altri ancora penseranno all'R&B e al pop che tornarono a nuova vita grazie ai girl group e alle boy band del momento.

Vogliamo proporvi, ora, un tuffo nel passato con 20 canzoni (italiane e straniere) dei primi anni del 2000, che chi ha vissuto quel momento storico sicuramente ricorderà. 

1. La vasca di Alex Britti

Iniziamo il nostro tour musicale dal Belpaese: era il 2000 quando l'allora reduce da una vittoria al Festival di Sanremo (sezione giovani) del 1999, Alex Britti, pubblicava La Vasca, il secondo singolo estratto dall'omonimo album. Britti è sulla cresta dell'onda e lo dimostra con questo pezzo spensierato che va a braccetto con un videoclip coloratissimo che mette un'incredibile voglia di estate.

2. Oops!... I Did It Again di Britney Spears

Nessun salto temporale per la prossima canzone che, però, vede come protagonista la reginetta indiscussa della dance-pop anni 2000: Britney Spears. Primo singolo estratto dall'omonimo album, Oops!... I Did It Again ebbe un grandissimo successo a livello mondiale e così anche il video che ha raggiunto, negli anni, più di 200 milioni di visualizzazioni su YouTube. E come dimenticarlo.

3. Bye Bye Bye degli NSYNC

Altri idoli teen pop del periodo erano gli NSYNC, la boy band formata dal già famoso Justin Timberlake assieme a Lance Bass, JC Chasez, Joey Fatone e Chris Kirkpatrick. Bye Bye Bye fu il primo singolo estratto da NO STRINGS ATTACHED, secondo album della band pubblicato nei primi mesi del 2000. Anche in questo caso, siamo di fronte a un video iconico che vede i cinque membri del gruppo nei panni di marionette mosse da una crudele burattinaia. 

4. It's My Life dei Bon Jovi

Cambiamo completamente genere e passiamo a qualcosa di decisamente più rock. Forse la canzone più popolare dei Bon Jovi in Europa, It's My Life è il primo singolo estratto da CRUSH, settimo album in studio della rock band statunitense pubblicato nel 2000. In Italia, il brano venne premiato con il disco di platino per il raggiungimento di più di 50.000 copie vendute. Il video, questa volta, ha una trama ben precisa per la quale venne premiato dall'emittente televisiva statunitense VH1 con il titolo di miglior video dell'anno 2000

5. The Real Slim Shady di Eminem 

Un altro pezzo iconico del 2000, The Real Slim Shady è il primo singolo estratto dal terzo album in studio di Eminem, THE MARSHALL MATHERS LP. In quegli anni, Eminem si trovava in prima linea come fautore della rinascita del rap con testi dal sapore fortemente satirico nei confronti della società statunitense del tempo. Il video rappresenta appieno il tema del brano: i rapper che, per cavalcare l'onda del successo di Eminem, cercavano in ogni modo di imitarlo diventando dei veri e propri cloni. 

6. La mia signorina di Neffa

Torniamo in Italia: siamo nell'aprile del 2001 quando Neffa pubblica il suo terzo album in studio, ARRIVI E PARTENZE, dal quale viene estratto il brano che si rivelerà essere fra i più apprezzati dell'intera discografia dell'artista, La mia signorina. Il video della canzone, forse non altrettanto conosciuto, vede un giovanissimo Neffa cimentarsi nell'esecuzione del brano accompagnato da orchestra e ballerine. 

7. Whenever, Wherever di Shakira

Anche il pop d'oltreoceano attraversò una vera e propria fase di rinascita in quegli anni. Una delle personalità più innovatrici e più in voga del momento fu Shakira, la bella cantante colombiana che, nel 2001, pubblicò il suo quinto album in studio, LAUNDRY SERVICE, che conteneva Whenever, Wherever. Il pezzo, da quel momento, ci è stato accanto per molte estati (e non solo). Il brano ha un sound riconducibile al pop latino e il video mostra le celebri doti di Shakira come ballerina e fu perfino vincitore di un Latin Grammy come miglior video musicale nel 2002

8. Survivor delle Destiny's Child

Altra reginetta del pop del periodo era Beyoncé che assieme alle sue Destiny's Child si concentrò più su mix di pop e R&B dando vita, nel maggio 2001, a SURVIVOR, terzo album in studio del girl group da cui venne estratto l'omonimo singolo. Ci troviamo nuovamente davanti a un video premiato, questa volta, come miglior video R&B agli MTV Video Music Awards dello stesso anno. 

9. In the End dei Linkin Park

Passiamo a un genere totalmente opposto rispetto all'R&B: il nu metal, un sottogenere dell'heavy metal nato verso la metà degli anni 90. Nei primi anni 2000, il nu metal raggiunge la sua maggiore espressione – seppure contestualizzato in modi diversi – in gruppi come i Linkin Park e gli Evanescence, che composero alcuni dei pezzi più famosi della storia del genere, come In the End. Si tratta del quarto singolo estratto dal primo album della band, HYBRID THEORY, pubblicato nel 2001 (circa un anno dopo rispetto all'album in studio). L'oscuro video che accompagna il brano venne premiato agli MTV Video Music Awards dell'anno successivo con il titolo di miglior video rock dell'anno

10. Salirò di Daniele Silvestri

Torniamo brevemente in Patria con un brano concorrente del Festival di Sanremo nell'edizione del 2002. Si tratta di Salirò, forse fra i pezzi che hanno raggiunto maggiore fama del cantautore romano Daniele Silvestri. Il brano è accompagnato da un video decisamente ironico che si sposa bene con il mood del testo della canzone.

11. Complicated di Avril Lavigne

I una classifica sulla musica anni 2000 è impossibile dimenticare la reginetta canadese. Avril Lavigne fu fra i primi artisti del periodo a mischiare pop, post-grunge e punk e il risultato le procurò un sorprendente successo e una fanbase devota anche ai suoi look più stravaganti. Complicated fu uno dei primi brani a consacrare la giovane artista al successo internazionale quando venne pubblicato nel 2002 come singolo di debutto. Il video è una rappresentazione in chiave ironica della classica ribellione adolescenziale e si guadagnò il titolo di miglior video di una nuova artista agli MTV Video Music Awards del 2002 (stessa edizione che premiò anche i Linkin Park).  

12. By the Way dei Red Hot Chili Peppers

Eccoci a un pezzo che, senza dubbio, alzò l'asticella per quando riguarda la scena alternative rock dell'epoca. By the Way è un singolo della rock band statunitense estratto dall'omonimo album del 2002 il cui testo parla delle scene alle quali si può assistere durante un'ordinaria serata a Los Angeles, fra musica e illegalità. Il tutto si riflette anche nel famoso videoclip legato al brano, che inscena una sorta di rapimento ai danni del frontman del gruppo. 

13. Mr. Brightside dei Killers 

Rimaniamo su una band alternative rock statunitense, i Killers, che fecero il loro debutto sul mercato musicale proprio con Mr. Brightside, nel 2003. L'anno successivo, il brano verrà nuovamente pubblicato come singolo estratto dall'album di esordio del gruppo, HOT FUSS. Il ritornello di Mr. Brightside è, forse, fra i più famosi della storia del rock di quegli anni, così come il video, una storia di amore e gelosia che nasce nel bel mezzo di uno spettacolo di burlesque. 

14. Bring Me to Life degli Evanescence

Ricordate quando parlavamo di nu metal? Eccone un altro ottimo esempio offertoci dagli Evanescence, band gothic metal che, nell'aprile del 2003, pubblicò Bring Me to Life, singolo estratto dal primo album in studio della band, FALLEN. Brano e video non hanno bisogno di presentazioni: entrambi raggiunsero un enorme successo subito dopo la pubblicazione, consacrando il gruppo alla fama internazionale. 

15. American Idiot dei Green Day

American Idiot, singolo che precedette l'omonimo album del 2004, fu uno dei pezzi più famosi e, allo stesso tempo, più politicamente scorretti del gruppo punk-rock americano. Billie Joe Armstrong e soci si scagliano contro il tipico americano medio. Come spesso accade nei brani dei Green Day, anche in American Idiot non manca un non troppo celato affronto all'allora presidente degli States George W. Bush, accusato di voler fare il lavaggio del cervello al popolo americano tramite l'uso dei mass media. Questa corruzione viene rappresentata nel video del brano (altro vincitore dell'edizione del 2005 degli MTV Video Music Awards come preferito dal pubblico) tramite una sostanza verde, forse in putrefazione, che inonda la band ricoprendola.

16. She Will Be Loved dei Maroon 5

Sempre nel 2004 assistiamo alla nascita di un nuovo gruppo, destinato a diventare fra i più famosi sulla scena pop-rock contemporanea: i Maroon 5. Il loro primo lavoro fu il concept album SONGS ABOUT JANE contenente alcuni dei brani tutt'ora più famosi della band come, per esempio, She Will Be Loved e This Love, entrambi singoli estratti dall'album. In particolare, She Will Be Loved si meritò il disco di platino in Italia, mentre il video di accompagnamento (ispirato al film del 1967, Il Laureato) divenne fra i più iconici del gruppo.

17. Marmellata #25 di Cesare Cremonini

Alzi la mano chi non ha mai sentito questo singolo, estratto dal secondo album come solista di Cremonini, MAGGESE (del 2005). Forse una delle canzoni d'amore più famose del cantautore, che racconta di un giovane Cremonini (il #25 del titolo indica l'età di Cesare all'uscita del brano) che si trova a fare i conti con l'abbandono da parte della ragazza del tempo. Il video venne girato in 35 mm per le strade di Bologna e mette in scena un brutto sogno del cantante nel quale gli oggetti di casa sua prendono vita. 

18. Feel Good Inc dei Gorillaz

Singolo del gruppo alternative hip-hop britannico, Feel Good Inc venne pubblicata nel maggio del 2005 come anticipazione al secondo album in studio della band DEMON DAYS. Il brano è famosissimo, è vero, ma ancora più famoso è il video che rappresenta i personaggi di finzione e membri della band virtuale alle prese con la lotta in favore della libertà intellettuale

19. Umbrella di Rihanna feat. JAY Z

Torniamo a un'altra reginetta del pop che ha fatto la storia del famoso mix di pop e R&B del quale parlavamo in precedenza. Nel 2007 Rihanna registra, assieme al rapper JAY Z, Umbrella come singolo del terzo album in studio della cantante barbadiana, GOOD GIRL GONE BAD. Umbrella rimane uno dei pezzi più noti di Rihanna, così come il video che la vede impegnata in un ballo sotto la pioggia, alla Singin' in the Rain

20. A te di Jovanotti

Per la ventesima e ultima canzone torniamo, ancora una volta in Italia: nel 2008 esce A te, singolo estratto da SAFARI, dodicesimo album di Jovanotti. Il pezzo fu un grandissimo successo, fin dal primo momento, tanto da diventare disco di diamante in Italia con più di 300.000 copie vendute. Il video vede Jovanotti mentre si esibisce cantando accompagnato dal piano con addosso una delle sue famose giacche sgargianti

E secondo voi? Quali sono state le canzoni che hanno lasciato il segno più profondo nei vostri anni 2000?

You May Also Like