Le 6 cose da NON fare con i tuoi vinili

Vinile, vendite, Stati Uniti, USA, aprile 2019, classifiche, Green Day, Greta Van Fleet, Bob Dylan

Il vinile, si sa, richiede cure e attenzioni specifiche. Bastano pochi accorgimenti per evitare che la sbadataggine o la pigrizia danneggino per sempre questo prezioso oggetto. Ecco quindi 6 consigli per sopperire a danni irreparabili. 

NON toccare con le dita la superficie

Può capitare che l'euforia momentanea o la smania di ascoltare il nostro album preferito ci porti a prendere il vinile dal verso sbagliato. La naturale patina oleosa delle nostre dita, infatti, è letale se portata spesso a contatto con la delicata superficie del disco. Questa si incanala nei microsolchi, attirando più facilmente la polvere. Perciò è fondamentale maneggiare sempre il vinile dai bordi, preferibilmente con i palmi delle mani. In caso di contatto con le dita, è bene provvedere a una meticolosa pulizia con prodotti specifici

NON usare per la pulizia prodotti qualunque 

Sicuramente il bordo della maglietta, il fazzoletto o l'asciugamano non sono metodi opportuni per la pulizia del vinile. Questa richiede un'attenzione specifica, che rifugge anche dall'uso dello spazzolino da denti, nonostante possa avere setole molto morbide, e dalla classica combinazione acqua e sapone. Il metodo più economico consta di un panno antistatico per pulizie superficiali contro la polvere. Molto utile e delicata è poi la spazzola in fibra di carbonio, oppure un mini rullo di gomma morbida e adesiva. Per un'operazione pulitrice più profonda sono poi disponibili sul commercio specifici kit con tutto l'occorente o addirittura macchine lavadischi

vinili, USA, vendite, 2018 classifica, Vinile, Stone Music
NON privare il vinile di una custodia consona

Deleterio per il nostro vinile è anche privarlo di una custodia adatta, così che venga abbandonato agli agenti più nocivi per la sua conservazione. Dunque, sia il disco che la bellissima cover che lo protegge devono essere ulteriormente tutelati. La scelta migliore sarebbe una copertina in plastica per entrambi, in modo che il vinile abbia una doppia protezione e che l'elettricità statica non causi lo scioglimento del colore della copertina. Importante poi è non abbandonare il vinile scoperto, e anche coperto, a temperature superiori ai 25° o in ambienti eccessivamente umidi. Infine ricordiamo che il disco soffre l'eccessiva esposizione alla luce ultravioletta. 

NON mettere manualmente la puntina 

Altro fattore debilitante della mano umana è il suo frequente tremolio in situazioni di  estrema precisione e delicatezza. Per questo non bisogna affidarsi alla disposizione manuale della puntina sui solchi del vinile, ma ricorrere all'apposita levetta. Per tutelare la qualità del suono è poi cosa buona e giusta lasciar finire la canzone prima di attaccarne un'altra o, ancora meglio, ascoltare tutto il lato del disco senza interruzioni

vinile
NON impilare i vinili 

A volte invece, per pigrizia o per effettiva assenza di spazio in casa, si tende ad accumulare i vinili in spazi ristretti, impilandoli gli uni sugli altri in colonne o accatastandovi sopra altri oggetti. Questo agisce su un altro punto di debolezza dei preziosi cimeli musicali: la pressione. Un fattore letale, che provoca la formazione di graffi e sfregi sulla superficie del disco, oltre che rovinare la delicata cover. La soluzione migliore è dunque quella di tenerli in posizione verticale, lasciando un minimo di spazio gli uni dagli altri per poterli consultare facilmente. In aggiunta bisogna poi fare attenzione a non lasciar cadere i dischi nelle loro cover, per evitare ulteriori danni alla struttura. 

NON rovinare la copertina 

Un'attenzione particolare va però anche allo scrigno estetico che contiene il vinile. Non tutte le copertine brillano di particolare sfoglorio artistico, ma il loro valore storico è innegabile e richiede una cura ad hoc. Quindi la cosa peggiore da fare è deturparle con accorgimenti sbadati, come per esempio l'uso dello scotch. Quest'ultimo, con il passare del tempo, rilascia la sua componente adesiva, ingiallendo la confezione. In caso di danneggiamento sarebbe dunque meglio mettere la cover in una busta di polipropilene

You May Also Like