Le due storie su come Freddie Mercury conobbe i futuri Queen

queen 1974

La storia dei Queen è tanto sfavillante quanto il nome regale che accompagna il gruppo. E la scelta fu proprio del carismatico Freddie, che conobbe i suoi futuri colleghi musicali nel 1970. Ci sono diverse versioni sull'incontro, ma qual è quella vera?

Nel 2018, il film da tripletta agli Oscar, Bohemian Rapsodymostrò al grande pubblico un inedito scorcio del primo incontro dei Queen. Ad un concerto londinese, Freddie Mercury, allora ancora Farrokh Bulsara, conobbe il chitarrista Brian May e il batterista Roger Taylor, membri della band sul palcoscenico, gli Smile. Davanti all'entusiasmo del timido, ma eccentrico cantante, i musicisti gli risposero che con i suoi denti non sarebbe andato da nessuna parte. Oggi però sappiamo, con scientifica certezza, che la voce di Freddie era spettacolare e che la sua particolare dentatura fu il suo amuleto. 

Tuttavia, nonostante la trasposizione cinematografica abbia ampliamente indirizzato quest'ipotesi sul primo incontro, recentemente Brian May e l'ex cantante degli Smile, Tim Staffell, hanno dato una diversa versione. Ma partiamo con ordine. May e Staffell erano, nel 1967, compagni di università al London Imperial College e insieme diedero vita al loro primo gruppo, i 1984. In breve, però, questo si tramutò in una nuova formazione, gli Smile, con l'ingresso dello studente di odontroiatria, Roger Taylor

Nel 1968 gli Smile erano una band di punta a Londra e incisero anche con la Mercury Records un singolo: Earth/Step On MeGià all'epoca, però, Staffell era amico di Freddie, come lui stesso ha raccontato nel 2019. Quel particolare ragazzo, con un vezzo per la moda e per il vintage, era una creatura timida, ma carismatica, con uno spiccato senso dello humor. Si destreggiava tra diversi gruppi, come gli Ibex - poi diventati Wreckege - e i Sour Milk Sea con una voce da brividi. Così una sera del 1970, Freddie era tra i tanti ospiti a un concerto degli Smile. 

Fu lì che, secondo la versione cinematografica, approfittò dell'uscita repentina dal gruppo di Staffell per farsi notare. In realtà il passaggio di scettro non fu così schietto, ma più graduale e dettato dall'amicizia tra i due cantanti. Così a un certo punto, semplicemente, Staffell disse ai suoi colleghi che voleva provare nuove strade musicali e nel gruppo subentrò Freddie, che ammaliò Brian May con la sua incredibile voce. Mercury, nonostante fosse un autodidatta come cantante, aveva esplosive idee sperimentali per la band, a partire dal nome, racchiuso sotto l'iconico titolo della Regina. Semplice, breve e immediato. 

Freddie si diede anche il celebre nome d'arte, ancorato alla mitologia romana di Mercurio, messaggero degli dei. Così per la prima volta i Queen si esibirono all'evento di beneficienza della Croce Rossa di Cornwall, il 27 giugno 1970. Avrebbero dovuto aspettare ancora un anno per l'ingresso del chiromantico bassista John Deacon, ma il loro assetto aveva già un tocco profetico e spettacolare. Sempre nel film, vediamo dunque quella prima canzone performata dagli Smile, Doin' Alrightche poi divenne patrimonio dei Queen e coniò in maniera distintiva la firma di Freddie. 

You May Also Like