Come i King Crimson riuscirono a influenzare queste band

KING CRIMSON
Classic Rock 97

La band londinese ha segnato in modo indelebile la storia del progressive rock ed è impensabile che non esistano gruppi che abbiano raccolto l'eredità dei King Crimson. Di questi, alcuni spiccano particolarmente come portavoci del marchio di 21st Century Schizoid Man. 

I King Crimson sono una pietra miliare del prog, avanguardisti di uno stile sperimentale e controcorrente che evolve sull'innovazione stilistica. La band britannica nasce sul finire degli anni Sessanta, dando il via alla rivoluzione progressive nella madrepatria inglese. Qui, contemporaneamente, emergono altre due band fondative che assaggiano la lezione di Robert Fripp, connotandola nella loro personale veste interpretativa. Sono i Genesis e gli Yes. 

Così queste tre band invitano i fan a un'immediata sfida a chi detenga la corona del progressive. Ma, nonostante siano coetanee, a cavallo delle ultime luminarie sessantottine, sono i King Crimson a dare il La all'innovazione. I tre gruppi, infatti, non condividono solo - in periodi differenti - il batterista Bill Bruford, ma si avvalgono del Mellotron.

Tale stupefacente genesi tecnica accompagna le sonorità iniziali delle band, anche se artisticamente differenti. Così i Genesis esordiscono con uno stile teatrale, romantico e malinconico, affiliato al decadentismo dei King Crimson. Gli Yes invece si rendono alfieri di una maggiore libertà espressiva, giocata su sonorità più vivaci ed evasive, tanto da richiamare lo spirito della summer of love. Ed è la psichedelia che emerge come immancabile compagna, ma nei King Crimson si unisce a un'intermediazione fusion con il jazz

Questa è la novità che distingue i King Crimson dai Procol Harum e da altre incipienti band progressive che traggono ispirazione dalla musica classica.  La band ha così modo di spaziare verso altre direzioni musicali. Così anche un gruppo più stilisticamente blues rock come i Rolling Stones accoglie l'eredità dei King Crimson grazie al suo fondatore Brian Jones, polistrumentista avvezzo al Mellotron. Perchè il primo grosso lascito dei musicisti del Re Cremisi si dipana nella loro prima fase musicale, fino al 1975. 

Ma è sul finire degli anni Settanta - inizio anni Ottanta, che Fripp perfeziona la tecnica che prenderà il nome di Frippertronics. Una chitarra elettrica, due registratori a bobina e le note che si ripetono ciascuna più volte, come in una progressione ecoica. Questi sono anche gli anni di DISCIPLINE (1981), in cui i King Crimson, con l'affermazione della new wave, non abbandonano la sperimentazione a favore di un pop più affabile, ma fanno del genere nascente uno spunto creativo. E qui i Genesis si ancorano nuovamente ai KC, affascinati dal loro pregnante spirito controcorrente

Perché la loro anima musicale non è inquadrabile entro quattro mura. Come una struttura in continua costruzione, frutto di innovazioni sempre più attuali. Per questo gli anni Novanta sono un nuovo fertile terreno per le band ispirate ai King Crimson. Il progressive traduce così la sua verve nello scenario metal, come dimostra il gruppo death metal svedese degli Opeth, protagonisti del genere negli anni Novanta. Con il loro sound ibrido e mutaforme, gli Opeth seguono un andamento dinamico e mai uguale a sé stesso.

Dall'altra parte del mondo, anche i losangelini Tool, figli del 1990, godono della somatica intraprendenza del loro frontman, Maynard James Keenan. Non solo, ma sono la band contemporanea che più di tutti ha assimilato gli insegnamenti dei King Crimson, tanto da riconoscere Fripp e compagni come leader indiscussi del progressive. Nell'intelaiatura di riferimenti ereditari spicca anche l'influenza del bassista Tony Levin, protagonista, insieme a John Petrucci e Mike Portnoy dei Dream Theater, del supergruppo prog Liquid Tension Experiment. 

Ogni riferimento è quindi pluridirezionale e conduce ad altri sbocchi musicali contemporanei, come i Porcupine Tree, il cui ex leader Wilson è stato profondamente influenzato dai KC nei suoi album da solista. All'elenco si aggiungono poi esplosivi gruppi prog metal attuali come gli Haken e i Caligula's Horse. Così possiamo dire che questa è solo una piccola goccia dell'oceano di insegnamenti valoriali dei King Crimson che, tra amori e dissapori, dettano ancora legge con Fripp alla guida e i saggi Mel Collins e Tony Levin tra i membri storici. 

You May Also Like