Alessandro Agnoli, AD del gruppo Sprea, parla del disco su Tenco: “Mancava questo LP”

vinile tenco

Alessandro Agnoli, Amministratore Delegato del gruppo editoriale Sprea, parla della sua idea di produrre un nuovo disco dedicato al cantautore genovese, e rivela: “Si tratta di un progetto rischioso ma mancava questo LP nella discografia di Luigi Tenco”.

Come molti di voi già sapranno, è in edicola dal 7 luglio, l’antologia completa Tenco-Reverberi, una prima edizione da collezionare, con 14 incisioni originali di Luigi Tenco su vinile da 180 grammi. Riunire insieme in un unico Long playing in vinile tutte le canzoni con la musica del Maestro Gian Franco Reverberi interpretate da Luigi Tenco è un naturale sviluppo editoriale dell’amicizia che lega la redazione della rivista edita da Sprea Editori “Vinile” al Maestro da anni.

L’idea di produrre questo disco nasce dall’Amministratore Delegato della casa editrice Sprea, Alessandro Agnoli, che intervistato, parla della sua idea, non nascondendo qualche tentennamento, e definendo il progetto di produrre questo disco “difficile”:

La gestazione di questo progetto è stata lunga e complessa. Produrre qualcosa su Luigi Tenco è davvero una sfida perché, a dispetto del fatto che il suo nome sia conosciuto da tutti, la sua opera resta invece di difficile lettura. Ieri come oggi le sue canzoni sono “per pochi”, la sua inquietudine profonda complessa da capire.

E poi continua, con la seguente considerazione:

Il compito di una casa editrice, però, è anche quello di diffondere cultura e creare prodotti il cui senso d’esistere vada oltre al “vendere delle copie”.
Secondo me nella discografia di Tenco mancavano dei tasselli.

Continua poi elencando i motivi che lo hanno portato, con il supporto della casa editrice e della redazione della rivista “Vinile”, nonostante la difficoltà, a decidere comunque di procedere a produrre questo disco, disponibile in edicola da inzio luglio:

Primo, molti dei 45giri (bellissimi) del suo primo periodo Ricordi non furono mai rimasterizzati e raccolti in un LP.
Secondo, nessuno conosce le doti del Tenco musicista; motivo per il quale abbiamo pensato di inserire come bonus track di questo disco un brano (“Se qualcuno ti dirà”), poco conosciuto e dimenticato, in cui una giovane Ornella Vanoni canta accompagnata da Tenco al sax.
Terzo: Gianfranco Reverberi (oggi 85enne), autore e arrangiatore di quelle prime bellissime incisioni con Tenco, non aveva mai raccontato a nessuno i retroscena di quelle produzioni. Lo abbiamo cercato, intervistato, e nel booklet che accompagna il disco sono raccontati tutti i retroscena delle session di registrazione.

You May Also Like