Iron Maiden: guarda il videoclip di “The Writing On The Wall”

Iron Maiden foto

In attesa del nuovo album in uscita il 3 settembre, SENJUTSU, gli Iron Maiden deliziano i fan con un nuovo videoclip d'animazione firmato Pixar, con protagonista l'indomabile Eddie in una veste da non perdere. Siete curiosi?

A sei anni di distanza dal loro sedicesimo album, THE BOOK OF SOULS (2015), gli Iron Maiden ritornano in campo con SENJUTSU (2021). Il disco, in uscita il 3 settembre, è già preordinabile dal 21 luglio e sarà presente in svariati formati. Sin da subito attrae per la magnetica copertina di Mark Wilkinson, ritraente Eddie nelle vesti di un Samurai. Con la sua katana e lo sguardo truce invita lo spettatore a non perdersi un progetto molto particolare, che non manca di canzoni inaspettate e molto lunghe. A tracciarne le fila in questi giorni è il cantante Bruce Dickinson che, accanto ai colleghi Dave Murray, Steve Harris, Adrian Smith, Janick Gers e Nicko McBrain, ha regalato un assaggio ai fan con il vodeoclip del primo singolo estratto, The Writing On The WallA quattro giorni dalla sua uscita, l'accattivante video, della durata di oltre 7 minuti, ha già collezionato 4.050.914 visualizzazioni

https://www.instagram.com/p/CRgoHXWgjjY/

L'ispirazione per la storia, scritta da Dickinson, è il testo biblico di Daniele, basato sull'episodio del Convitto di Baldassarre, figlio di Nabucodomosor e re di Babilonia. Sembra che, durante l'assedio della città, il re si sia preoccupato più di organizzare una grande festa che di proteggere le mura. Così i ricchi invitati si sono intrattenuti in un convitto baccanale con le coppe d'oro trafugate al Tempio di Gerusalemme finché, dal nulla, è apparsa una scritta sul muro. Questa, interpretata da Daniele, tenuto prigioniero da Baldassarre, profetizzava la morte del re ed è il trampolino di lancio per il nuovo videoclip dei Maiden. Sin dall'inizio, infatti, si apre uno scenario postapocalittico in un deserto alla Mad Maxdove un ragazzo ormai ridotto a uno zombie scheletrico per la fame e gli stenti muore, lasciando cadere a terra un volantino con scritto Belshazar Feast.

Quest'ultimo, un immenso palazzo in mezzo al deserto, è il punto di arrivo per una carovana di disperati, scarnificati fino alle ossa e in cerca della magica linfa che li riporti come prima. A capo del gruppo il grasso presidente degli Stati Uniti, che sfrutta il popolo come compagine di vittime sacrificali per accrescere la sua opulenza e quella della classe dirigente, tutta riunita a festeggiare nel palazzo. Ma ecco che arriva Eddie, alla guida dei quattro cavalieri dell'Apocalisse sulle moto, che ristabilisce l'ordine e la giustizia, rovesciando il regime dispotico. In ultimo, libera coloro che, tenuti come cavie da laboratorio, venivano derubati della loro linfa vitale: Adamo ed Eva. 

Così la religione, intessuta in una cornice di metafore politiche e sociali, offre materiale narrativo per un video realizzato con la Pixar e lo studio d'animazione londinese BlinkInk. A presidiare il progetto gli ex dirigenti Pixar Mark Andrews e Andrew Gordon, fan degli Iron Maiden che, insieme al regista Nicol Livesey e alla band hanno dato forma a un video tra animazione e raffinato realismo 3D. Quest'ultimo divampa nella trasformazione guerriera di Eddie, chicca di un videoclip di cui Dickinson va molto fiero, come lui stesso ha dichiarato. 

Sono molto orgoglioso del modo in cui il video è venuto fuori, è più simile a un mini-film in realtà. Sapevo che avrebbe funzionato non appena Mark aveva dato vita al mio trattamento con i suoi incredibili storyboard: ho pensato che avremmo potuto creare qualcosa di molto speciale insieme. Penso che l’abbiamo fatto e spero che i nostri fan saranno d’accordo. In effetti, è praticamente creato dai fan dei Maiden!

You May Also Like