L’influenza che i Judas Priest hanno avuto sugli Iron Maiden (secondo Glenn Tipton)

Quando si pensa all'heavy metal classico, band come Iron Maiden e Judas Priest sono le prime a sovvenire spontanee. Stando a Glenn Tipton, la sua band avrebbe influenzato profondamente lo stile dei Maiden. 

Judas Priest ed Iron Maiden sono spesso considerate tra le band più iconiche nella storia della musica contemporanea. Il loro apporto sulla scena di riferimento, del resto, è profondissimo, coi due gruppi capaci di estendere le proprie influenze ben oltre i confini del metal. Ascendendo alle stelle tra la fine degli anni '70 e l'inizio del decennio successivo, le due band hanno esercitato un enorme impatto sul panorama musicale, ispirando intere generazioni di artisti. Recentemente intervistato da Ultimate Classic Rock, Glenn Tipton dei Judas Priest ha affermato che la sua band, in particolare, abbia influenzato profondamente quella di Steve Harris. 

Glenn Tipton sugli Iron Maiden

A metà anni '70, Tipton si aggiunse alle file dei Priest per accompagnare K.K. Downing alla sei corde. La lineup a due chitarre sarebbe, presto, diventata un marchio di fabbrica del metal, proprio grazie a band come i Priest e i Maiden. All'ingresso di Tipton nel gruppo, si cominciò a discutere su chi eseguisse meglio determinati soli, dando inizio ad uno scambio di riflettori costante tra i due chitarristi della band. 

Gli Iron Maiden, come gli hardcore fan della band già sapranno, erano e sono a tutt'oggi riconosciuti per la presenza di due chitarristi solisti che, negli anni, sono addirittura arrivati a tre  nella stessa lineup. "Credo sia un'evoluzione naturale, sono le parole che userei per discutere gli Iron Maiden - spiega Tipton - Presero ciò che facemmo e lo resero proprio. Una delle cose più importanti quando si scrivono canzoni è essere immediatamente riconoscibili. Credo che i Maiden l'abbiano fatto. Sono stati influenzati profondamente dai Priest, ma hanno elaborato tutto a modo loro, gli vanno tutti i meriti".

Nel 2018, Glenn Tipton decise di smettere di esibirsi con la band, dopo che gli fu diagnosticato il Morbo di Parkinson. Il produttore Andy Sneap lo rimpiazzò dal vivo, ma in ogni caso il chitarrista riesce ancora ad apparire occasionalmente agli show della band e la sua presenza sarà particolarmente ampia sul loro prossimo album. 

You May Also Like