Ascolta Taylor Hawkins cantare nel nuovo album di Edgar Winter

Raph_PH – https://www.flickr.com/photos/69880995@N04/36359282363/ CC BY 2.0

Il compianto batterista dei Foo Fighters contribuì, tempo addietro, al disco tributo di Edgar Winter a suo fratello Johnny, di uscita recente.

Si intitola BROTHER JOHNNY, l'album commemorativo di Edgar Winter dedicato a suo fratello, la leggenda del blues Johnny. Il disco è impreziosito dalla presenza di una pletora di artisti sensazionali: Joe Bonamassa, Billy Gibbons, Warren Haynes, Steve Lukather, Doyle Bramhall I, Robben Ford, Michael McDonald, Keb' Mo', Kenny Wayne Sheperd, Ringo Starr, Derek Trucks e Joe Walsh hanno contribuito al disco per tenere alta la memoria dell'iconico bluesman.

 

Taylor Hawkins nel disco

Ha marcato la prima pubblicazione postuma del batterista. Hawkins appare nella cover di Guess I'll Go Away, brano d'apertura del disco del 1970 JOHNNY WINTER AND. Per l'occasione, Taylor Hawkins ha fornito il suo contributo alle voci anziché alle pelli. Ironia della sorte, la scomparsa della star dei Foo Fighters presenta, in termini di dinamiche, diverse sconcertanti similitudini con la morte di Winter. L'artista fu, infatti, ritrovato senza vita, nel luglio del 2015, nella sua camera d'albergo soli due giorni dopo la sua ultima performance al Cahors Blues Festival, in Francia. 

Esprimendosi riguardo la singolarità dei fatti, Edgar Winter ha dichiarato quanto segue ad ABC Audio: "Si tratta di una circostanza davvero strana. Voglio dire, c'è un musicista che canta una canzone per mio fratello Johnny e poi muore con dinamiche così simili, in una camera d'albergo, on the road. Lo trovo bizzarro". Winter ha, poi, spiegato il significato del brano interpretato da Hawkins sul suo sito ufficiale, scrivendo: "Racconta il pericolo rappresentato dalle droghe, l'amore per il rock n'roll e l'ebrezza data dal sesso. Johnny la scrisse nel periodo della sua prima riabilitazione, esprimendo i sentimenti che quasi tutti quelli che conosco hanno attraversato, in un modo o nell'altro"

"Immagino, come la stragrande maggioranza dei musicisti - continua Winter - Anche Taylor non abbia potuto che identificarsi in essa. So solo che ci ha messo tutto sé stesso, il suo cuore e la sua anima e sono davvero triste per non aver trovato un modo di ringraziarlo profondamente nel modo che meritava". BROTHER JOHNNY è già disponibile alla riproduzione in streaming o in formato CD, mentre la versione in vinile è prevista per la metà di giugno 2022.  

You May Also Like