La rivoluzione in diretta: CIAO 2001

Come è noto, l'informazione musicale dei primi anni Settanta, e in particolare la radio e la tv, erano rigorosamente controllate dalla RAI, che operava in regime di monopolio. In questo numero di Ciao 2001 abbiamo voluto farci raccontare da Renzo Arbore come sia stato possibile riuscire a trasgredire ai rigidi e paludati regolamenti di quella RAI, che bisticciavano con i nuovi tempi, guardavano con sospetto alle nuove generazioni e faticavano a comprendere l’importanza del linguaggio del rock. In quell’unica suggestiva definizione di “musica ribelle” (rubata a Eugenio Finardi, non a caso autore in questo numero di un sorprendente Fermate il mondo, voglio scendere), stavano confluendo sempre più numerosi musicisti e correnti artistiche provenienti da mondi limitrofi come l’etno, il folk, il jazz, il latin e il prog. Negli anni Settanta, il rock allarga insomma il proprio orizzonte, aprendosi a ombrello e accogliendo a braccia sempre più aperte la musica irlandese come la musica cubana, il blues come il jazz-rock dei Wheater Report, la black music e naturalmente il reggae.

Fra gli articoli che pubblichiamo in questo numero, ce n'è uno del 1975 firmato da Manuel Insolera e l’indimenticato Marco Ferranti che testimonia il preciso momento in cui Marley entrò a far parte della rosa degli dei del rock mondiale con una serie di indimenticabili e affollatissimi concerti a Londra. Nell’entusiasmo della narrazione (leggetelo, quell’articolo di 50 anni fa è incredibilmente vitale), Insolera sottolinea la carismatica presenza scenica di questa sorta di “Mick Jagger nero”. E nel raccontarci uno di quei cinque concerti londinesi, si entusiasma al punto da definire i Wailers, il gruppo di Bob Marley (nonostante le profondissime differenze di struttura e differenze di suoni), “i Pink Floyd neri”. Proprio nel momento in cui veniva acclamato come una divinità rasta del suo popolo, Marley balzava ai vertici delle classifiche discografiche mondiali, e «Ciao 2001» era lì ad anticipare per i lettori italiani un fenomeno pronto a esplodere in tutto il mondo. Cinquant’anni dopo, proprio in queste settimane, un film su Bob Marley sta rilanciando con forza quel messaggio e quella musica.

Sempre a proposito di concerti indimenticabili, ma anche di libertà e partecipazione, abbiamo pensato di proporvi due fra i più importanti raduni della storia del rock, uno internazionale e uno italiano, all’epoca puntualmente raccontati dagli inviati di «Ciao 2001»: da un lato, il mitico Festival sull’Isola di Wight (con Jimi Hendrix e Jim Morrison), dall’altro il Palermo Pop Festival (con i Black Sabbath, Aretha Franklin e lo spogliarello di Arthur Brown). Anche qui, non ci siamo affidati al sentito dire: solo testimonianze dirette e racconti di prima mano. Nella tradizione di “Ciao”.

- Maurizio Becker e Renato Marengo

 
Renato Marengo, giornalista, produttore artistico, autore televisivo e radiofonico. È stato coordinatore generale del settimanale «Ciao 2001», ha scritto sui principali quotidiani e periodici italiani, dirige «Cinecorriere» e collabora con «Classic Rock», «Vinile» e «Corriere del Mezzogiorno». Fra le sue produzioni: NCCP, Edoardo Bennato, Tony Esposito, Musicanova, Roberto De Simone e Opus Avantra.
Maurizio Becker ha scritto per «Ciao 2001», «Il Mucchio Selvaggio», «Blu» e «Music & Arts». In tv ha lavorato con Sergio Zavoli e Gianfranco Funari, in radio ha collaborato
con Adriano Mazzoletti e condotto Stereonotte. Ha curato collane collezionabili per DeAgostini
e Fabbri Editore. Fra i suoi libri, C’era una volta la RCA – Conversazioni con Lilli Greco e Quanto mi dai per Endrigo?. Dal 2014 è caporedattore di «Classic Rock»

… tratto dal prossimo numero di CIAO 2001, da domani disponibile online e in edicola!

Mila Spada

Share
Published by
Mila Spada

Recent Posts

GEORGE HARRISON – Behind the locked door

Finalmente in Italia, dal 22 maggio troverai la biografia definitiva di GEORGE HARRISON firmata da…

14 ore ago

Intervista ai Tre Allegri Ragazzi Morti

La nostra intervista a Enrico Molteni dei Tre Allegri Ragazzi Morti, che quest'anno celebrano i…

20 ore ago

Dateci dentro, figli di… Kick Out The Jams degli MC5

L'intervista di Ian Fortnam ai Motor City 5, aka MC5, una collisione esplosiva di rock’n’roll…

2 giorni ago

L’importanza del CANTAUTORATO | Enciclopedia dei Cantautori

Uno speciale tutto dedicato ai cantautori e le cantautrici italiani che hanno fatto la storia…

2 giorni ago

In mezzo a una strada: l’intervista a Martin Barre

"È stato un po’ come cucinare a fuoco lento”, ci rivela Martin Barre a proposito…

3 giorni ago

1964: Penso che un anno così non ritorni mai più… | Classic Rock

Il redazionale del direttore di Classic Rock, Maurizio Becker, che approfondisce con ammirazione e nostalgia…

4 giorni ago

This website uses cookies.