Il trend del ritorno al vinile ha contribuito all’apertura di un impianto sull’isola Prince Edward

Fino a pochissimo tempo fa il Canada non aveva (quasi) impianti di produzione di vinile; nel 2014 chiuse la Rip-V di Montreal, tra il 2016 e il 2017 ci fu la disgregazione dalla Canadian Boy Vinyl; ma curiosamente ha di recente aperto un impianto a Charlottetown, nella prince Edward Island. Due imprenditori del luogo, Gideon Banahene e Ghislaine Cormier hanno infatti lanciato  Kaneshii Vinyl.

Nel 2017 Cormier vinse 10.000 dollari al Summerside’s 2017 Dragon’s Contest, e così ebbe l’opportunità di iniziare il business, insieme ai 40.000 dollari ricevuti da Kaneshii dal governo della PEI e ai 175.000 del prestito dell’Atlantic Canada Opportunities Agency.

Il nuovo stabilimento va ad affiancare quelli di Precision Pressing e Microforum, entrambi situati in Ontario; Kaneshii stampa 180 dischi all’ora, per un totale di 1.500.000 pezzi all’anno, e i committenti hanno un’ampia scelta di colori per il vinile.

Commenta Via Facebook