DAVE GROHL: la verità sui Nirvana

In molti hanno sostenuto l’oscurità dei Nirvana, come se far parte della band fosse qualcosa di “terribile e deprimente”, Dave Grohl ha fatto luce su questa storia e raccontato la sua verità

In una recente intervista con GQ, Dave Grohl, ha parlato di quello che ritiene essere il più grande malinteso riguardante i Nirvana. La band, è stata una delle voci più importanti del grunge, e sebbene vi abbiano indagato libri, documentari e chi più ne ha più ne metta, l’unica vera autorità sulle reali dinamiche del gruppo sono gli stessi membri. Grohl, ha spiegato che la maggior parte delle persone hanno un’idea sbagliata di cosa significhi davvero aver fatto parte dei Nirvana. “I fan pensano che per me sia stato terribile, ma non è sempre stato terribile“, ha spiegato l’attuale frontman dei Foo Fighters.

Ci sono stati momenti scandalosamente divertenti. Kurt aveva un senso dell’umorismo sorprendente, e Krist Novoselic è una delle persone più divertenti che abbia mai incontrato” ha raccontato. Grohl ha provato a far luce sui così detti “tempi bui“, spiegando che far parte dei Nirvana era un po’ come vivere in una versione amplificata e distorta di Monty Python in cui “Quando diventa oscuro, diventa fottutamente oscuro“. Nonostante questo, l’oscurità non era all’ordine del giorno, come molti hanno continuato a pensare per anni.

 

Commenta Via Facebook

You May Also Like