Le dichiarazioni di Steven Adler dopo il “tentato suicidio”

INDIANAPOLIS, IN – MAY 19: Steven Adler of Adler’s Appetite performs at The Vogue on May 19, 2011 in Indianapolis, Indiana. (Photo by Joey Foley/Getty Images)

Nessun tentato suicidio, si è trattato solo di un incidente

Lo scorso 27 giugno si è sparsa sul web la notizia del tentato suicidio da parte di Steven Adler, ex batterista dei Guns N’Roses (il nostro articolo a riguardo >> qui). Dopo le prime indiscrezioni rilasciate da TMZ e da altri media, si è fortunatamente scoperto che Adler era sì finito in ospedale a causa di una ferita da arma da taglio allo stomaco, ma che si trattava solo di un incidente e non di un colpo autoinflitto.
Il portavoce del musicista ha infatti dichiarato che in realtà la “ferita era superficiale, molto piccola”, specificando che questo non è stato un tentativo di togliersi la vita (come già successo in passato.

A proposito di questa vicenda, Adler pubblica un video sulla sua pagina Facebook in cui rassicura i fan riguardo il suo stato di salute e li ringrazia per il supporto. Queste le sue dichiarazioni:

Sono davvero dispiaciuto per tutta questa confusione mediatica che sta succedendo. Sono vivo e vegeto. Non vedo l’ora di vedere tutti il 12 luglio al Golden Nugget  a LasVegas e il 13 luglio a questo rally motociclistico in Oregon, che sarà “cattivo fino al midollo”. E io amo tutti, e non vedo l’ora di vedere e abbracciare tutti. Grazie mille per il vostro amore e supporto.

 

Commenta Via Facebook

You May Also Like