Le parole di Morgan dopo lo scontro

Ecco le parole di Morgan rispetto a ciò che è successo prima e durante l’esibizione di ieri sera.

A poche ore dalla squalifica, della scena d’abbandono sul palco dell’Ariston e dei rumors sul dietro le quinte poco prima dell’esibizione (si parla di sputi, spintoni e morsi tra i due mentre Amadeus li presentava) Morgan rilascia a La Repubblica le prime dichiarazioni sul fattaccio.

Morgan dice di essersi sentito tradito dall’interpretazione di Bugo durante la serata delle cover:

“Ieri è stata un’odissea. Mancanza di prove, problemi con l’orchestra, arrangiamenti sbagliati e scomparsi, ma alla fine io faccio un’impresa eroica e riusciamo ad andare in scena. E lì Bugo prende il microfono e, senza badare a quello che era previsto e concordato anche con la regia, va davanti, sul proscenio e canta tutta la canzone, non solo il pezzo che doveva cantare lui, fa la strofa e il ritornello. Come quei dilettanti che vogliono andare avanti a tutti per farsi notare e fare i protagonisti. È stato un gesto di sfida nei miei confronti, un affronto che ha fatto a me.”

Da questo momento in poi Morgan prepara la contromossa, la sua idea iniziale, tra l’altro, non era solamente quella di cambiare il testo della canzone, ma distribuire il nuovo testo alla platea dell’Ariston e farlo cantare. Ecco le sue parole:

“Ho pensato che stasera della canzone ne avrei fatto una versione karaoke, come lui ha rovinato la canzone di Endrigo ieri sera. Ho preparato dei fogli con su scritto il testo del brano e volevo darli in mano alle persone in platea per farlo cantare a tutti, crearne una versione gioviale e collettiva, mettere la canzone in mano alle persone. Ma pochi minuti prima di andare in scena ho pensato che la gente la canzone l’aveva sentita una volta sola, non la sapeva, non avrebbe potuto cantarla e quello che avevo immaginato non sarebbe riuscito. Quindi, poco prima di salire sul palco, ho cambiato il testo, l’ho finito sulle scale dietro al palco. Il testo è mio, l’ho scritto io e io lo cambio come voglio…”

Sembra chiaro che gli obiettivi dei due siano stati differenti sia dall’inizio. Se a Bugo della gara interessava, a Morgan probabilmente no. Già cambiando le parole sarebbero stati squalificati e Morgan non ci ha pensato due volte. Inoltre, una volta avvenuto il fatto, se Bugo era visibilmente scosso (è rimasto seduto immobile dietro le quinte), Morgan sembrava più soddisfatto che arrabbiato, sfoggiando uno strano ghigno sul volto.

 

Commenta Via Facebook

You May Also Like