David Byrne dei Talking Heads e quel progetto per far sorridere le persone

david byrne

L'ex leader dei Talking Heads ha un sogno: vorrebbe contribuire a rendere il mondo un posto migliore. Come? Ve lo raccontiamo. 

Pare che la mente di David Byrne, polistrumentista e membro fondatore dei Talking Heads, non si fermi proprio mai. Oltre a essere stato chitarrista e frontman della famosa band statunitense attiva fra gli anni 70 e gli anni 90, Byrne ha da sempre cercato di buttarsi a capofitto in più progetti: parliamo dei diversi album pubblicati come solista, della sua etichetta discografica, Luaka Bop, fondata nel 1990, del suo contributo come attivista per promuovere un utilizzo più capillare della bicicletta, aiutando l'ambiente. Per poi continuare con la sua partecipazione ad alcuni TED Talks, famosissimi cicli di conferenze su argomenti di vario genere (nel caso di Byrne, il tema del suo discorso era l'applicazione dell'architettura in musica). 

Insomma, non si può certo dire che a Byrne piaccia starsene con le mani in mano e lo ha dimostrato anche quando, l'estate scorsa, ha lanciato il proprio magazine online dal titolo «Reasons to Be Cheerful». Proprio come indica il titolo, si tratta di un progetto basato sul trovare sempre nuove ragioni per stare allegri. Il magazine si basa su notizie di attualità che diano uno sguardo più positivo sul mondo, anche in periodi di estrema negatività. Ecco qui un video che illustra l'idea di Byrne:

L'artista spiega che, qualche anno prima, aveva iniziato a cercare alcune ragioni per sorridere e ne aveva trovate più di quante se ne aspettasse. Così aveva deciso di intavolare un progetto grazie al quale le persone avrebbero potuto iniziare a vedere il lato positivo delle cose:

Così pensai: "E se guardassimo le cose che funzionano?"[...]. Ecco di cosa tratta questo progetto: documentiamo storie di soluzioni, non solo buone idee ma anche cambiamenti positivi che stanno prendendo piede grazie a persone e comunità nel mondo intero.

Ecco le parole di Byrne riguardo al progetto che, secondo l'artista, non serve come distrazione dalle cose negative che accadono nel mondo, ma come spinta, come propulsione per andare avanti, verso qualcosa di migliore.

Proponendo una visione del mondo diversa da quella alla quale siamo abituati, Byrne cerca di stimolare molte menti che, ispirate da idee di successo e di grande utilità per intere comunità, potrebbero svilupparle e implementarle ulteriormente per soddisfare le necessità della società nella quale sono inseriti.

Secondo le parole dell'ex leader dei Talking Heads, «Reasons to Be Cheerful» è:

In parte un magazine, in parte una sessione di terapia e in parte un progetto per un mondo migliore.

Un'idea positiva, che fa sperare in un futuro più roseo. Sul sito e sui social di «Reasons to Be Cheerful» è possibile trovare moltissimi contenuti a cui ispirarsi.

You May Also Like