Quando Rino Gaetano salì sul palco in accappatoio

rino gaetano

Fu un'esibizione memorabile, nella quale il cantautore si cimentò nell'esecuzione di un pezzo molto chiacchierato. Ecco quale. 

Era il lontano 1978 e Rino Gaetano si apprestava a pubblicare il suo quarto album in studio, NUNTEREGGAE PIÙ, seguito a ruota dal singolo GIANNA / VISTO CHE MI VUOI LASCIARE, il cui lato A avrebbe costituito un successo incredibile per il cantautore, coronato dalla partecipazione alla ventottesima edizione del Festival di Sanremo nella quale Gianna si aggiudicò la medaglia di bronzo e una menzione speciale per essere il primo brano nella storia del Festival contenente la parola "sesso"

Rino Gaetano era un anticonformista e riusciva a mettere tutto il suo disappunto riguardante temi sociali delicati in canzoni il cui tono era, apparentemente, leggero e spensierato

Questa sua caratteristica, così apprezzata, gli fruttò, però, anche qualche critica. Parliamo della title track di NUNTEREGGAE PIÙ, secondo singolo estratto dall'album. Nuntereggae più avrebbe dovuto essere presentata al Festival di Sanremo di quell'anno ma venne sostituita dai toni più pacati di Gianna che, in effetti, avrebbe avuto più possibilità di raggiungere il successo a livello discografico. Nonostante ciò, Nuntereggae più ebbe una grande esposizione mediale soprattutto per il suo testo piuttosto irriverente

Già dal titolo si nota chiaramente la vena ironica e polemica del testo, in cui l'autore, stanco dei comportamenti di diverse categorie sociali (soprattutto quelle al potere), si sfoga scrivendo un testo critico nel quale inserirà perfino alcuni nomi di questi personaggi attivi sulla scena sociale e politica italiana del periodo

Ovviamente, era chiaro che questa scelta avrebbe messo in difficoltà l'autore del brano e l'avrebbe esposto a facili critiche. È proprio qui che risiede il coraggio di Rino Gaetano che non si nascose dietro a oscuri giri di parole ma si prese la responsabilità delle proprie azioni con delle critiche a viso aperto

A riguardo, il cantautore dichiarerà che, nonostante le polemiche che aveva sollevato, lui non era di certo un politico e i suoi testi non parlavano di politica. Nel caso di Nuntereggae più si trattava di uno "sfottò", per citare il termine utilizzato dal cantautore, di un brano molto leggero, insomma, di una canzone che non doveva essere presa troppo sul personale dalle personalità citate. 

Alcune strofe del testo sono dei veri e propri elenchi di nomi nei quali Rino Gaetano inserisce anche alcuni partiti politici dell'epoca rei di diffondere disinformazione, incertezza e corruzione (vengono citati, fra gli altri, la Democrazia Cristiana a fianco del Partito Socialista Italiano e del Partito Liberale Italiano). 

Si cita, poi, anche Vincenzo Cazzaniga, uomo d'affari e personalità di spicco nel mondo delle aziende petrolifere italiane che, in quel periodo, erano al centro dei riflettori per accuse di corruzione

Inizialmente, era stato inserito nel brano anche il nome di Aldo Moro, poi omesso in seguito al rapimento del politico. 

Vi lasciamo con il video di una delle performance più famose di Rino Gaetano che ha per protagonista proprio questo brano: quella a Verona in occasione del Festivalbar 1978 che vide il cantautore presentarsi sul palco in accappatoio, facendo finta di leggere un quotidiano sul quale sono scritti tutti i nomi che citerà, poi, nel corso della canzone.

You May Also Like