Quando Buddy Rich sfidò i Muppets alla batteria

buddy rich

Oggi Buddy Rich, considerato dalla Storia il miglior batterista di sempre, compirebbe 103 anni e, tra celebri assoli e litigate tra musicisti, vogliamo ricordare un episodio divertente degli ultimi suoi anni, dove c'entrano i Muppets!

Il 30 settembre 1917 nasceva Buddy Rich, un batterista in giacca e cravatta che coniugava l'eleganza con l'irrefrenabile carica delle sue bacchette. Il suo talento naturale era sin dall'infanzia scandito dal tintinnare ritmico delle posate sulle pareti di casa e dall'innegabile tocco di classe nel tip tap.

Così Buddy sentiva la musica come pochi altri e aveva il ritmo nel sangue. Per questo la sua strada doveva essere votata all'arte. Il batterista era così in grado di raggiungere vette stilistiche attraverso l'abile e naturale gestione dei suoi piatti. Fino ad allora nessuno, a parte i batteristi afro-americani, eguagliava la sua tecnica.  

Nel corso della sua carriera collezionò importanti collaborazioni, con artisti del calibro di Frank Sinatra e i Beatles, conscio della sua esperienza e delle sue abilità, che gli conferivano un'aura magistrale.

Tuttavia, molto spesso non seppe tenere a freno il suo carattere irascibile e le sue minuziose esigenze, consacrate alla perfezione. La stessa che vuole raggiungere il giovane protagonista del film da premio Oscar Whiplash (2014), il cui sogno è diventare il nuovo Buddy. Tuttavia la perfezione chiede pegno e spesso una certa iconicità espressiva è innata. 

La fama di Buddy Rich è quindi legata a un carattere peperino e a un brillante talento. Un accoppiata vincente nel panorama artistico culturale. Basti pensare che le sue sfuriate durante le prove sono state registrate. Si intitolano Buddy Rich Tapes e riguardano il biennio 1983-1985. Inizialmente erano state realizzate per avere una prova dell'irruenza caratteriale di Buddy, ma poi vennero conservate come un prezioso ricordo e anche pubblicate dopo la morte del batterista, nel 1987.

Ma torniamo ai bei ricordi, legati anche alle numerose apparizioni televisive di Buddy. Sicuramente era un uomo affascinante, che sapeva porsi sulla scena, per questo seppe conquistare sempre il suo pubblico, anche dietro uno schermo. 

Così non possiamo dimenticare la sua leggendaria apparizione al Muppet Show nel 1981. Dall'iniziale sketch in casa con Kermit, l'artista incontra tutti i Muppets in un percorso fino allo studio in cui non smette mai di battere le sue bacchette su ogni oggetto e superficie. Fino ad arrivare davanti al pubblico, alla sfida finale con Animal che dura circa due minuti, di cui la maggior parte sono occupati da un incredibile assolo di Buddy, tale da lasciare il Muppet a bocca aperta e scatenare l'ovazione del pubblico.

Lo stesso episodio sarà poi ripetuto diversi anni dopo dal collega Dave Grohl. Tuttavia l'esibizione di Buddy è solo una tra le tante a stupire il suo pubblico. Ricordiamo, ad esempio, il celebre assolo del 1974: oltre quattro minuti di una velocissima coreografia di mani, piatti e bacchette. Non si riesce più a distinguere dove finisca Buddy e dove inizi la sua batteria e questa è la sua magia. 

You May Also Like