Come nacque l’amicizia tra Iggy Pop e David Bowie?

Da un lato l'Iguana, dall'altro il Duca Bianco. Due icone eterne del glam rock che forgiarono un'amicizia salvifica e professionale, tracciata da un indimenticabile viaggio a Berlino Ovest. Riscopriamone le origini. 

L'amicizia tra Iggy Pop e David Bowie nasce sotto il segno del glam rock, in quell'atmosfera patinata e votata agli eccessi ritratta nel bellissimo film Velvet Goldmine(1998)Tutto nacque nel 1971 al Max's Kansas City di New York, il locale che forgiò il Sacred Triangledove al famelico duo si unì il terzo moschettiere, Lou Reed. In quel periodo, infatti, David Bowie non solo lanciò la carriera dei Moot The Hopple, ma produsse anche RAW POWERterzo album di Iggy e degli StoogesTRANSFORMATION di Reed. 

Così quell'incontro quasi casuale era destinato a tracciare la linea del successo di due grandi artisti. E non si può dire che fosse un periodo facile, dato che Pop faceva penare la sua band a causa della dipendenza da eroina e la seconda volta che lo cacciarono fu la chiusura dei battenti per gli Stooges. Anche Bowie però era avvolto dall'ebbrezza dei paradisi artificiali, vincolato alla sua dipendenza da cocaina. Ma fu proprio questa particolare condizione di sregolatezza e abbandono a legare maggiormente i due musicisti

Quando Iggy venne ricoverato in una clinica per disintossicarsi, Bowie fu uno dei pochi ad andarlo a trovare costantemente. Gli portava dolcetti e droga, nonostante non fosse la scelta migliore per lui. Tuttavia Pop ha sempre ricordato come il Duca fosse stato l'unico a liberarlo dalla sua condizione di prigionia psicologica. Ci aveva provato anche l'amico James Williamson, coinvolgendo il collega in un progetto musicale, ma senza successo. Bowie invece prese Iggy e lo portò con sé in un tour europeo con direzione Berlino Ovest, dove l'Iguana scriverà per l'amico la celeberrima China Girl

Questo è il periodo che forgia il sodalizio artistico tra i due, dove la mente più creativa di Bowie trova libera sperimentazione sulle fantasie di Iggy. Così Pop incide due album, THE IDIOT e LUST FOR LIFE, mentre a Bowie appartiene l'indimenticabile Trilogia di Berlino. In particolare è una canzone, Sister Midnight, a definire il debutto da solista di Iggy Pop e lo step successivo della seconda parte della carriera di Bowie. Quest'ultimo, infatti, poco prima della partenza del tour, aveva inaugurato il suo alter ego, il Duca Bianco, con STATION TO STATION. 

E in molti hanno sottolineato come l'altra identità di Bowie, Ziggy Stardust, altro non sia che un compendio emotivo e storico delle personalità di Pop e Reed. In questo modo Bowie ha sempre portato con sé sul palcoscenico gli stilemi fondanti dell'amicizia. Un modo di coniugare la sua esperienza con il messaggio filosofico che ha fatto proprio, per cui ognuno ha bisogno di una maschera per poter realmente esprimere la più pura spiritualità. 

You May Also Like