Megadeth: Mustaine cancella tutte le linee di basso di David Ellefson dal nuovo album

David Ellefson

Terremoto in casa Megadeth dopo il licenziamento dalla band dello storico bassista David Ellefson, figura importante dell'ultimo album in arrivo, le cui linee di basso sono state cancellate dal frontman  Dave Mustaine. Cos'è successo?

I Megadeth hanno in cantiere un nuovo album: le prime sessioni sono iniziate nel 2019 con il produttore Chris Rakestraw, già accanto alla band per l'ultimo album del 2016, DYSTOPIA. E già a gennaio il bassista David Ellefson, ospite al podcast radiofonico Rock ‘N’ Roll Icons With Bode James aveva anticipato un potenziale nome per il disco: THE SICK, THE DYING AND THE DEAD. Un'evocazione mortifera e molto rock, insomma, che riflette l'oscura posizione in cui si trova al momento il musicista con i suoi colleghi. Dal 24 maggio 2021, infatti, la sua presenza non è più gradita tra i Megadeth. Lo ha annunciato il fondatore e frontman della band Dave Mustaine, con una comunicazione: 

Informiamo i fan che David Ellefson non suona più con la band ed è ufficialmente fuori dal gruppo. Non è stata una decisione presa alla leggera. Sebbene non conosciamo ogni dettaglio di quanto successo, essendo il rapporto già teso, ciò che è stato rivelato è sufficiente per rendere impossibile lavorare assieme.

Così gli equilibri si sono ribaltati e, in un attimo, le linee di basso registrate da Ellefson nel maggio 2020 sono state tolte da Mustaine a seguito dell'allontanamento del collega. Non solo, ma il cantante ha anche annunciato, al programma radiofonico Gimme Radio, l'imminente ricerca e sostituzione di un nuovo bassista che registrerà nuovamente le parti di Ellefson. Insomma, un brutto colpo per l'iconico volto a fianco dei Megadeth dal 1983, nonostante le tensioni che avevano già sedimentato in passato un confronto con Mustaine. Nel 2002, infatti, il bassista aveva già lasciato il gruppo per poi farvi ritorno nel 2010. Ma la scelta di Mustaine rispecchia una precisa scelta attuata a seguito delle accuse di molestie e pedofilia a Ellefson. Cos'è successo esattamente?

Il dibattito ha avuto origine dall'accusa di una ragazza, che ha dichiarato come Ellefson abbia adescato online una sua amica diciassettenne. Tra di loro sarebbero avvenute videochiamate e scambi di immagini intime, in un rapporto però consensuale, come testimonia il bassista, che smentisce anche che la ragazza fosse minorenne.

Come forse saprete, alcune mie conversazioni e interazioni private e personali sono emerse online, rilasciate con cattiva intenzione da una terza parte che non era autorizzata ad averle o condividerle. Anche se è certamente imbarazzante, voglio parlarne il più apertamente e onestamente possibile.

Per quanto non sia qualcosa di cui sono orgoglioso, queste erano interazioni private e tra adulti che sono state estrapolate dal contesto e manipolate per infliggere il massimo danno alla mia reputazione, alla mia carriera e alla mia famiglia.

Nonostante sembra che la ragazza coinvolta abbia pubblicato un post Instagram, appoggiando la versione di Ellefson, i Megadeth sono stati irremovibili nella loro decisione che, come sottolineato da Mustaine, non riguarda solo lo scandalo, ma anche disfunzioni interne al gruppo. Ellefson intanto ha chiuso il suo account Twitter e privatizzato quello Instagram, Mustaine invece vuole solo augurare il meglio ai fan della band e ringraziarli per il supporto costante: 

Vi ringrazio per il vostro sostegno durante i preparativi per il prossimo tour e la ricerca di un nuovo bassista. Con il disco siamo a buon punto: lo stiamo completando, tra un paio di settimane avremo un bassista per rimpiazzare il materiale di basso registrato in precedenza. Non dovrebbe metterci molto dato che è formidabile e speriamo che il nostro rapporto di lavoro prosegua anche dopo le registrazioni, in caso contrario continueremo la ricerca.

You May Also Like