George Harrison: guarda il videoclip inedito della demo “Cosmic Empire”

In occasione della ristampa per il 50esimo anniversario di ALL THINGS MUST PASS, in uscita il 6 agosto, un inedito videoclip ha accompagnato il primo take di Cosmic Empire, brano registrato da Harrison nel maggio 1970 e meritevole di essere riscoperto. 

Correva l'anno 1970 quando George Harrison, poco dopo lo scioglimento dei Beatles, diede alle stampe un autentico capolavoro. ALL THINGS MUST PASS, il primo triplo album ad appartenere a un solo cantante solista, scavalcò in fretta tutte le classifiche, donando al quiet beatle l'attenzione che meritava il suo talento, spesso offuscato dall'egemonia compositiva di Sir Macca e John Lennon.

Ora, a 20 anni di distanza dalla scomparsa di Harrison e a 50 dall'uscita del suo primo disco solista, il figlio del chitarrista, Dhani Harrison, vuole rendere omaggio al padre con un progetto in grande spolvero. La pubblicazione della riedizione è prevista per il 6 agosto e già disponibile con una ricca selezione di formati sul sito ufficiale di Harrison

Ma la vera novità è la condivisione, da parte delle etichette Capitol e UMe, del videoclip di una traccia inedita: Cosmic EmpireQuest'ultima appartiene a una selezione di 30 registrazioni, realizzate il 26 e il 27 maggio 1970 agli EMI Studios di Abbey Road. Durante la prima giornata, Harrison ha collaborato con Ringo Starr e l'amico di Amburgo, Klaus Voorman, portandosi a casa 15 pezzi, tra cui All Things Must Pass. Il giorno successivo, invece, Harrison si è dedicato da solo alla registrazione, stilando quella Cosmic Empire che oggi rivediamo in un suggestivo video. Questo incorpora il misticismo caleidoscopico e la psichedelia spirituale che Harrison ha fatto propria prima di chiunque altro. 

A tessere le fila dell'immaginario di Harrison c'è in prima linea il figlio Dhani, oggi 42enne. Già nel 2002, lui e la madre Olivia avevano organizzato l'evocativo Concert Of George alla Royal Albert Hall di Londra, scrigno di performance memorabili come While My Guitar Gently Weeps suonata da Eric Clapton. A distanza di quasi vent'anni, l'obiettivo di Dhani è raccontare nella maniera più sincera e intima possibile l'eredità del padre: 

Portare una maggiore chiarezza sonora a questo disco è sempre stato uno dei desideri di mio padre, ed è stato qualcosa su cui abbiamo lavorato insieme fino alla sua morte nel 2001. Ora, 20 anni dopo, con l'aiuto della nuova tecnologia e il grande lavoro di Paul Hicks, abbiamo realizzato questo desiderio e vi presentiamo questa uscita molto speciale per il 50° anniversario di forse la sua più grande opera d'arte. Ogni desiderio sarà esaudito.

You May Also Like